Italia: Diodato si esibisce alla Cerimonia di chiusura della Mostra del Cinema di Venezia con una inedita versione di “Adesso”

Si è chiusa la 77esima edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, e alla cerimonia di chiusura si è esibito sul palco della Sala Grande del Palazzo del Cinema Diodato con una inedita versione di “Adesso”, dopo aver ricevuto, la scorsa settimana, il premio Soundtrack Stars Award Speciale “Musica&Cinema” nell’ambito del concorso Soundtrack Stars Award 2020 che premia la migliore colonna sonora tra i film in concorso alla Mostra del Cinema di Venezia. 

Prosegue il 2020 di Diodato che, nonostante le difficoltà e le limitazioni, si sta rivelando fenomenale. Il cantautore ha chiuso la Mostra del Cinema di Venezia con una personale ed emozionante esibizione sulle note di “Adesso”, il brano presentato al Festival di Sanremo 2018 con Roy Paci.

Nella storia della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, giunta alla 77° edizione, è la prima volta che un artista musicale prende parte alla Cerimonia ufficiale di chiusura.

L’evento condotto da Anna Foglietta, ospitato dalla Sala Grande del Palazzo del Cinema al Lido, è stata aperta da Diodato, che si è esibito accompagnato dal violino del Maestro Rodrigo D’Erasmo, durante la quale vengono assegnati il Leone d’oro per il miglior film e gli altri premi ufficiali. L’esibizione è stata trasmessa in diretta a cominciare dalle ore 19.00 su Rai Movie, Rai Play e in streaming sul sito ufficiale e sui social della Biennale di Venezia.

“Adesso”, il brano scelto, uno tra i brani più celebri del suo repertorio e più che mai attuale, non è casuale, in quanto rappresenta uno stato di consapevolezza limpido e sincero. La volontà di sentire e assaporare il presente riflettendo sulla quotidianità e sul tempo che passa. Un’esortazione a metterci in discussione trovando il coraggio di guardarci allo specchio. 

Diodato torna così a Venezia dopo aver conquistato il premio Soundtrack Stars Award 2020, per l’occasione dedicato a Ennio Morricone. 

Queste le parole di Diodato postate sui social: È stato un grande onore poter suonare questo brano alla cerimonia di chiusura di una Mostra del Cinema di Venezia così importante, fondamentale per il futuro del Cinema e dell’Arte.”

 

Nel frattempo è terminato il tour Concerti di un’Altra Estate che si è concluso con due live emozionanti al Castello Sforzesco di Milano. Antonio Diodato ha dichiarato: “So che mi mancherete da morire.”

Da ricordare che l’anno fortunato di Diodato è iniziato con la vittoria del Festival Sanremo 2020 in “Fai Rumore”, con la quale ha trionfato davanti a Viceversa di Francesco Gabbani e Ringo Starr dei Pinguini Tattici Nucleari. Con “Che Vita Meravigliosa”, parte del tema principale di La Dea Fortuna di Ferzan Özpetek, ha ottenuto il Nastro D’Argento e il David di Donatello. L’artista tarantino sarà premiato anche alla Mostra del Cinema di Venezia con il Soundtrack Stars Award che è giunto alla sua ottava edizione. 

Diodato (Antonio Diodato, Aosta 30/8/81), cantautore intenso e ricercato, tra i più apprezzati del nuovo pop italiano, esordisce discograficamente nel 2013 con il suo primo album di inediti E forse sono pazzo e la sua rivisitazione del brano Amore che vieni, amore che vai di Fabrizio De André (per cui vince il “Premio Fabrizio De André”) entra a far parte della colonna sonora del film di Daniele Luchetti Anni felici presentato al Festival di Toronto. Nel febbraio 2014 partecipa al Festival di Sanremo nelle “Nuove proposte” con Babilonia arrivando secondo. A maggio è ospite del Concerto per il Primo Maggio di Taranto di cui poi diventa direttore artistico con Roy Paci e Michele Riondino. Nel settembre 2014 pubblica il disco A ritrovar bellezza. Nel 2016 esce il secondo album di inediti Cosa siamo diventati. Nel 2018, con Roy Paci, torna a Sanremo con il brano Adesso che riceve elogi da critica e pubblico e viene scelto come colonna sonora del corto di Annamaria Loguori La notte prima, presentato in anteprima a Venezia 75. Nel febbraio 2020 vince il 70° Festival di Sanremo con Fai Rumore (platino) insieme ai premi della critica Mia Martini e Sala stampa web, radio e tv Lucio Dalla e il Premio Lunezia. Il 14 febbraio esce Che vita meravigliosa (Carosello Records), il quarto album di inediti contenente il singolo omonimo parte della colonna sonora de La Dea fortuna di Özpetek, vincitore dei David di Donatello e dei Nastri D’Argento come Miglior Canzone Originale. A maggio Diodato rappresenta l’Italia nello show Europe Shine A Light, esibendosi all’Arena di Verona con Fai Rumore in una versione inedita ed esce il singolo Un’altra estate che dà il nome ai Concerti di un’altra estate, appuntamenti live in posti straordinari italiani. In occasione della 77. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, riceve il Soundtrack Stars Award Speciale “Musica&Cinema”, per la sua singolare sintonia con il mondo del cinema ed è il primo protagonista delle “Aperture Straordinarie” del Padiglione Venezia, con la partecipazione straordinaria di Ferzan Özpetek, per un dialogo di celebrazione del connubio tra musica e cinema.