ESC 2022 – Grecia: ERT i termini del bando per la presentazione delle candidature all’ESC 2022

L’emittente pubblica greca ERT/EPT ha aperto i termini del bando per la presentazione delle candidature per partecipare alla 66ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2022 che si svolgerà in Italia, in seguito alla vittoria dei Måneskin con “Zitti e buoni” nell’edizione precedente; sarà la terza edizione della manifestazione musicale a svolgersi in Italia, dopo le edizioni del 1965 e del 1991, sarà permesso anche per questa edizione l’utilizzo di cori pre-registrati.

La Grecia è il ventottesimo paese a confermare la partecipazione all’Eurovision Song Contest 2022 che si terrà in Italia il prossimo maggio: Albania, Australia, Belgio, Bulgaria, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Islanda, Israele, Italia (paese organizzatore), Lettonia, Lituania, Malta, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Romania, Repubblica Ceca, San Marino, Serbia, Spagna, Svezia, Svizzera, Ucraina.

L’emittente pubblica greca ERT/EPT ha aperto un portale di iscrizione, invitando a tutti gli artisti, autori e le case discografiche ad inviare le loro proposte a: Dipartimento Comunicazione Aziendale. Dipartimento delle Relazioni Internazionali. Telefono di contatto per informazioni: 210-607.54.05 (Διεύθυνση Εταιρικής Επικοινωνίας. Τμήμα Διεθνών Σχέσεων. Τηλέφωνο επικοινωνίας για πληροφορίες: 210-607.54.05).

L’invio dovrà essere fatto entro il prossimo 10 ottobre 2021, termine oltre il quale l’emittente pubblica greca ERT/EPT insieme ad una giuria di esperti analizzerà le varie proposte per l’Eurovision Song Contest 2022.

È altamente improbabile che si ritorni ad una selezione nazionale, dunque si da quasi per certo che anche per il 2022 la Grecia sceglierà internamente il proprio rappresentante. 

Al momento sono quattro gli artisti che hanno manifestato il loro interesse per il concorso di quest’anno, tra cui il giovane cantautore greco noto per il suo stile unico, che avvolge R&B cantato dolcemente e voci gospel/bizantine intorno a toni pop, urbani ed elettronici Good Job Nicky (Νικόλα Βαρθακούρη); Kalomira/Καλομοίρα (la cantante greca naturalizzata statunitense ha rappresentato la Grecia all’Eurovision Song Contest 2008 con il brano “Secret Combination” (Μυστικός Συνδυασμός), classificandosi al 3º posto nella finale con 218 punti); la cantante greco/norvegese Amanda Tenfjord (Amanda Klara Georgiadis); ed Ilias Kozas/Ηλίας Κόζας, il cantante dei Koza Mostra (band musicale greca che fonde ska, punk e rock con generi di musica tradizionale come il rebetiko e la musica folk greca, hanno rappresentato la Grecia all’Eurovision Song Contest 2013 con il brano “Alcohol Is Free” (Το Αλκοόλ Είναι Δωρεάν) in collaborazione con Agathonas Iakovidis/Αγάθωνας Ιακωβίδης, classificandosi al sesto posto).

L’ultima volta che ha utilizzato una finale nazionale fu nel 2018 con la 22° edizione di Ellinikós Teikós/Ελληνικό Τελικό, ma sorsero parecchi problemi. Dopo aver esteso per due volte la finestra temporale a causa di carenza di brani, l’ERT/EPT espresse una preferenza per i brani che avessero sonorità etniche del Paese (e che dovevano obbligatoriamente essere in greco), ragion per cui alcune canzoni vennero squalificate. Una volta selezionati i tre finalisti, in data 16 Febbraio 2018 due brani su tre vennero squalificati perché ERT informò che le case discografiche dei due artisti giunti in finale non avevano pagato una tassa di 20.000 euro imposta dall’emittente per finanziare le spese di promozione e stage della futura entry greca. Fu così che da finale nazionale il vincitore fu sostanzialmente scelto internamente, e fu Yianna Terzi/Γιάννα Τερζή con il brano “Óneiró mou” (Oniro mou, Όνειρό μου, My dream), che purtroppo non riuscì a qualificarsi per la finale.

Le regole (Scarica l’invito in pdf / Κατεβάστε την πρόσκληση σε pdf) stabiliscono che: “Ogni proposta dovrebbe essere completa: dovrebbe cioè includere un interprete o un gruppo con un massimo di sei membri, secondo il regolamento, nonché da uno a tre brani, che non sono stati pubblicati o presentati fino ad oggi né in Grecia né all’estero, in alcun modo, in tutto o in parte. La selezione della partecipazione terrà conto anche dell’eventuale gruppo artistico che accompagna l’esecutore e delle idee (concept) per la promozione e la presentazione del brano”.

La Grecia è stata rappresentata nella scorsa edizione tenutasi a Rotterdam dalla cantante e attrice olandese con cittadinanza greca Stefania (Stefania Liberakakis, Στεφανία Λυμπερακάκη) e il suo brano “Last Dance”, pubblicato l’11 marzo 2021 su etichetta discografica K2ID Productions. Stefania Liberakakis era stata inizialmente selezionata internamente per rappresentare il suo paese all’Eurovision Song Contest 2020 con la canzone “SUPERG!RL, prima della cancellazione dell’evento  a causa della pandemia di COVID-19. ERT l’ha riconfermata per l’edizione eurovisiva successiva. Nel maggio successivo, dopo essersi qualificata dalla Seconda Semi-Finale, Stefania si è esibita nella finale eurovisiva a Rotterdam, dove si è piazzata al 10º posto su 26 partecipanti con 170 punti totalizzati, regalando alla Grecia il suo miglior piazzamento dall’edizione del 2013.

La Grecia ha partecipato per la prima volta nel 1974 (41 partecipazioni, 39 finali). Negli ultimi anni ha collezionato due terzi posti (2001, 2004 e 2008) e un primo posto, nel 2005 con “My Number One” di Helena Paparizou (Έλενα Παπαρίζου). L’edizione del 2006 che si è svolta ad Atene è stata presentata dal cantante Sakis Rouvas (Σάκης Ρουβάς), che 5 anni dopo ha difeso il paese ellenico a Mosca chiudendo settimo ed è stata rappresentata dalla cantante greco-cipriota Anna Vissi (Άννα Βίσση), che ha difeso il paese ellenico arrivando in nona posizione nella serata finale. Sono 6 le edizioni a cui non ha partecipato: 1975, 1982, 1984, 1986, 1999 e 2000.

Dal 2004 al 2011, la Grecia si è sempre classificata fra i primi 10 in classifica.  Ha mancato la finale due volte, nel 2016 e nel 2018. Grecia non hai mai finito l’ultima.

Essendo, oltre a Cipro, l’unico paese di lingua greca, in quasi tutte le edizioni la Grecia ha assegnato i 12 punti alla rappresentanza cipriota, che per altro ha quasi sempre fatto lo stesso nei confronti del paese ellenico, il quale ha spesso nominato cantanti ciprioti in propria rappresentanza, come Eleutheria Eleutheriou, Sarbel e la già citata Anna Vissi.