Svezia: Gli ABBA in radio il singolo “Just A Notion” estratto dal nuovo album “Voyage” – Aggiornato

Dopo l’annuncio di uno dei più grandi ritorni nella storia della musica dopo 40 anni, il leggendario gruppo svedese ABBA, è in radio con il singolo “Just A Notion” estratto dal nuovo album in studio “Voyage”.

“Just A Notion” è il singolo estratto dal nuovo album in studio del leggendario gruppo svedese ABBA, ovvero il primo disco d’inediti dopo 40 anni. Il brano è da subito disponibile per la rotazione radiofonica.

A proposito del singolo, Björn Ulvaeus ha raccontato: “Wikipedia scrive che questa traccia è stata registrata nel settembre del 1978, e pare vero. Ciò colloca il brano tra l’uscita dell’album Abba e Voulez-Vous e avrebbe dovuto essere incluso in quest’ultimo, se non avessimo deciso di non farlo. Perché abbiamo deciso di non includerlo? Col senno di poi, non ho una risposta precisa. È una grande canzone, cantata magnificamente. So che l’abbiamo fatta sentire ad un editore in Francia e a pochissime altre persone di fiducia e mi ricordo che era piaciuta tantissimo. Quindi è un mistero e resterà tale. Ora Benny ha registrato una nuova versione a cui abbiamo aggiunto batteria e chitarre, ma le voci restano le stesse del brano originale del 1978. In un certo senso, dimostra esattamente ciò che intendiamo fare con Abba Voyage nel 2022. Qui avremo una band live che suona, ma tutti i vocals apparterranno a vecchie registrazioni. Just A Notion è una canzone estremamente divertente e speriamo vi divertirete ascoltandola in questi tempi difficili.”

Il nuovo album ‘Voyage‘, uscito venerdì 5 Novembre, è stato inciso presso lo studio di registrazione Riksmixningsverket di Benny a Stoccolma, include anche i primi due singoli “I Still Have Faith in You” e “Don’t Shut Me Down”.

I dettagli del nuovo disco erano stati svelati ad inizio settembre assieme all’annuncio di Abba Voyage, il rivoluzionario nuovo concerto degli ABBA che vedrà Agnetha, Björn, Benny e Anni-Frid cantare in versione Digitale con una band reale di 10 elementi in un’arena costruita appositamente, la ABBA Arena, presso il Queen Elizabeth Olympic Park a Londra a partire dal 27 maggio 2022.

Subito dopo l’annuncio del loro nuovo album, gli ABBA hanno infranto il record per un disco di Universal venduto più velocemente tramite pre-order con oltre 80.000 copie in UK in soli tre giorni.

Il tour ha venduto oltre 250.000 biglietti sempre nei primi 3 giorni e vedrà le versioni digitali degli ABBA cantare le loro più grandi hit e le loro canzoni più amate, oltre ai nuovi singoli.

La band ha dichiarato: “È passato un pò di tempo da quando abbiamo fatto musica insieme. Quasi 40 anni, in realtà. Ci siamo presi una pausa dalla primavera del 1982 e ora abbiamo deciso di terminarla. Dicono sia avventato aspettare più di 40 anni tra un album e l’altro quindi abbiamo registrato un seguito di “THE VISITORS”. A dire il vero, l’ispirazione principale per tornare di nuovo in studio di registrazione viene dal nostro coinvolgimento nella creazione del concerto più strano e spettacolare che sia mai stato possibile immaginare. Saremo in grado di sederci tra il pubblico e guardare le nostre controparti digitali eseguire le nostre canzoni su un palco in un’arena costruita su misura a Londra per la prossima primavera. Strano e meraviglioso allo stesso tempo!”.

“VOYAGE” è il primo album in studio degli ABBA da “The Visitors”, pubblicato il 30 novembre 1981, che ha raggiunto la prima posizione in UK, Svezia e altri 5 Paesi. L’album fu uno dei primi dischi ad essere stampato nel formato CD. “VOYAGE” arriva anche circa 5 decadi dopo l’album di debutto della band, “Ring Ring”, pubblicato nel 1973.

Come tutti i precedenti album in studio degli ABBA, anche “VOYAGE” è stato scritto e prodotto da Benny Andersson e Björn Ulvaeus. A completamento dei loro arrangiamenti e testi, si aggiungono poi le voci inconfondibili e senza tempo di Agnetha Fältskog e Anni-Frid Lyngstad. La maggior parte della lavorazione e del mixing sono stati eseguiti da Benny e nell’album compare anche la Stockholm Concert Orchestra.

Il nuovo album ha visto i quattro membri degli ABBA tornare nello studio di Benny, Riksmixningsverket a Stoccolma, per registrare 10 brani tra cui i primi due singoli ‘I Still Have Faith In You’ e ‘Don’t Shut Me Down’, che sono anche i primi due brani incisi durante queste nuove sessioni. Entrambi saranno inclusi nella setlist dell’ABBA Voyage, assieme alle loro più grandi hit.

Sulla pubblicazione del nuovo disco, Benny Andersson ha dichiarato: “Sapevamo che se ci fosse stato uno show, avremmo dovuto avere anche un paio di canzoni nuove da inserire in scaletta…quando, dopo 39 anni, siamo tornati in studio era come se il tempo non fosse mai trascorso. Parlo con Frida e Agnetha e so che anche loro sono estremamente felici di ciò che abbiamo realizzato”.

Anni-Frid Lyngstad ha aggiunto: “Quelle prime sessioni di registrazione nel 2018 sono state divertentissime e quando Benny mi ha chiamato per chiedermi se avrei considerato l’idea di cantare ancora un po’ di canzoni, mi sono fiondata subito in studio! E che brani!! Il mio rispetto e il mio affetto vanno a questi eccezionali e talentuosi autori, dei veri geni! Lavorare ancora in gruppo è stato bellissimo. Sono molto soddisfatta di quello che abbiamo creato e spero con tutto il cuore che i nostri fan la pensino allo stesso modo.”

Agnetha Fältskog: “Quando siamo tornati in studio non avevo nessuna idea di cosa aspettarmi… Ma lo studio di registrazione di Benny è un ambiente così amichevole e accogliente che prima ancora di accorgermene mi stavo già divertendo! Quasi non riesco a credere che sia finalmente arrivato il momento di condividere tutto questo col mondo intero!”

Björn Ulvaeus ha concluso, affermando: “…quindi ora abbiamo 10 nuove canzoni…un intero album chiamato Voyage – intitolato così perché è stato un viaggio in territori inesplorati. Deve esserci una combinazione unica tra le voci di Frida e Agnetha per creare un suono così unico…quando hanno ricominciato a cantare, era chiaro fin da subito che si trattava degli ABBA”.

“ABBA Voyage” è diretto da Baillie Walsh (Flashbacks of a Fool, Being James Bond, Springsteen and I) ed è prodotto da Svana Gisla (David Bowie Blackstar/Lazarus, Beyoncé and Jay Z for HBO, Springsteen and I) e Ludvig Andersson (And Then We Danced, Yung Lean – “In My Head”, Mamma Mia! Here We Go Again).

I biglietti per l’ABBA Voyage sono disponibili sul sito: abbavoyage.com.

Con quasi 400 milioni di album venduti in tutto il mondo, 17 hit al primo posto in classifica e più di 16 milioni di stream globali alla settimana, gli ABBA sono uno dei gruppi musicali più di successo di tutti i tempi. Fin dal loro esordio con “Waterloo” nel 1974, la musica degli ABBA ha catturato i cuori delle persone di tutto il mondo.

Oggi, le loro canzoni – scritte e prodotte da Benny Andersson e Björn Ulvaeus e interpretate con passione e devozione dalla voci di Agnetha Fältskog ed Anni-Frid “Frida” Lyngstad – sono considerate una parte fondamentale della musica internazionale. Nel XXI secolo, gli ABBA sono più famosi che mai.

“ABBA Gold”, originariamente pubblicato nel 1992, ha recentemente superato la millesima settimana sul UK Album Chart, diventando il primo album della storia a raggiungere questa meta.

Su TikTok, i contenuti con l’hashtag #ABBA hanno da poco raggiunto un miliardo di visualizzazioni, senza che il catalogo fosse ufficialmente accessibile sulla piattaforma.

Nel 2010 gli ABBA sono stati inseriti nella Rock N’Roll Hall of Fame e nel 2015 “Dancing Queen”, una delle loro canzoni più amate, è stata aggiunta alla GRAMMY Hall of Fame.

Aggiornamento: Un paio di settimane orsono, parlando con il quotidiano britannico The Guardian, uno dei componenti maschili degli ABBA, Benny Andersson, aveva dichiarato che dopo l’uscita dell’album “Voyage”, disco pubblicato nei giorni scorsi, si sarebbero definitivamente ritirati dalle scene: “Non avevo mai detto a me stesso che gli ABBA non sarebbero mai più tornati. Ma ora posso dirvelo: è così. Ci siamo. Questo è, e questo deve essere.”

Ora, forse anche per il gioco delle parti, a parlare è una delle componenti femminili della formazione svedese, Anni-Frid Lyngstad, che, in una intervista rilasciata all’emittente britannica BBC Radio 2 non è stata così tranchant riguardo il futuro degli ABBA come il collega Benny, affermando di avere “imparato a dire ‘mai dire mai’ (…) Quest’anno abbiamo detto che probabilmente questa sarà l’ultima cosa che facciamo perché… sapete, pensando anche alla nostra età. Non siamo più giovani, ma io dico che non si sa mai. Quindi non siatene troppo sicuri.”

Frida ha inoltre aggiunto parole di puro amore per la sua band: “Io voglio che la band venga ricordata come una band che ha fatto sentire alle persone qualcosa nel cuore quando ha ascoltato la nostra musica.

Voglio essere ricordata come il membro di una band che ha dato conforto alla gente, che ha regalato felicità, che era lì per lei e, naturalmente, anche per noi stessi. Sono davvero felice che le persone siano così toccate da ciò che facciamo, a parte qualche critico molto acido, ma di loro ci importa poco”, chiude ridendo.

Frida non ha nascosto di avere provato un pò di tensione quando si è tratto di tornare in studio con gli ABBA, nonostante sia “sempre rimasta in contatto” con i suoi compagni nel corso di tutti questi anni. “Sono andata in studio per incontrare gli altri perché è sempre divertente lavorare insieme a loro. È sempre magico cantare insieme (riferendosi alla compagna di gruppo Agnetha, ndr), come sapete abbiamo qualcosa di speciale, non solo per quanto riguarda la voce, ma anche come amicizia. Una volta chiuse le porte dello studio ci siamo sentite tutte e due a casa. Che dire… tornare di nuovo a casa, a divertirmi con la mia sorellina. Così ci si sentiva.”

Aggiornamento: 204.000 copie vendute nei primi sette giorni dalla pubblicazione fanno di “Voyage” degli ABBA non solo l’album più venduto in meno tempo del 2021 (nelle classifiche britanniche, ma anche l’album dalla migliore performance dopo “Divide” di Ed Sheeran, uscito quattro anni fa. Con questi numeri, “Voyage” ha conquistato la vetta delle charts: è il decimo album di studio degli ABBA ad ottenere questo risultato, a quarant’anni di distanza da “The Visitors”, che andò al numero 1 il 19 dicembre del 1981. 

Le vendite di “Voyage” sono costituite al 90% da copie fisiche, di cui 29.000 in vinile; il che fa di “Voyage” il vinile più velocemente venduto del secolo, superando di gran lunga le 24.500 copie vendute nel 2018 dal vinile di “Tranquility Base Hotel & Casino” degli Arctic Monkeys.

Con questa prima settimana al vertice della classifica gli ABBA raggiungono le 58 settimane al primo posto in carriera, dietro solo ai Beatles e a Elvis Presley.

Inoltre, con dieci album al numero uno, gli ABBA sono in ottava posizione in questa speciale graduatoria, dietro a Beatles, Elvis Presley, Rolling Stones, Robbie Williams, Madonna, Springsteen e David Bowie.

Aggiornamento: I Måneskin hanno difeso l’Eurovision Song Contest in seguito alla dichiarazione di Anni-Frid, membro del gruppo pop svedese ABBA.

Intervistati sul Red Carpet degli MTV EMA Awards, svoltisi questa domenica a Budapest i Måneskin hanno preso posizione e commentato la recente uscita del membro degli ABBA Anni-Frid sull’Eurovision Song Contest.

La cantante ha infatti affermato di ritenere che la competizione sia cambiata da quando il suo leggendario gruppo ha raggiunto la vittoria nel 1974 e, di conseguenza, di non esserne più una fan.

Rispondendo ai microfoni di Metro UK, Damiano e Victoria hanno commentato la dichiarazione di Anni-Frid:

“Penso che tutto cambi con il tempo, quindi dobbiamo affrontarlo – e in realtà ci piace.”, Damiano

“Penso che quando siamo andati noi sia stato fantastico.”, Victoria De Angelis.

Aggiornamento: Gli ABBA hanno annunciato che il loro primo singolo natalizio, il brano “Little things” incluso nel loro nuovo album “Voyage”,  disco che ha segnato l’atteso ritorno della band svedese dopo un’attesa di 40 anni, uscirà in formato CD il prossimo 3 dicembre.

Come riportato dal New Musical Express la band svedese, che ha dato alle stampe il suo nuovo disco – il primo in 40 anni – lo scorso 5 novembre, pubblicherà anche un video a tema natalizio della canzone.

Il quartetto ha annunciato l’uscita del CD attraverso un post condiviso sui social svelando la copertina:

Nella recensione di “Voyage” – che ha raggiunto il numero uno nelle charts inglesi e il cui vinile è da record in UK – pubblicata su Rockol a firma Gianni Sibilla, “Little things” è stata presentata così: “La canzone natalizia del disco: piano e voci poi gli archi: “Little things, like your sleepy smile/As the brand new day is dawning/It’s a lovely Christmas morning/And why don’t we stay in bed for a while”. Si chiude con un coro di bambini, un pòcheesy, come spesso lo sono le canzoni di Natale”.

Sui canali social di Benny, Agnetha, Frida e Björn è anche apparsa la copertina del cd, accompagnata da una eloquente didascalia. 

“Il Natale è dietro l’angolo. Dai un’occhiata alla copertina della canzone natalizia degli ABBA “Little Things” che uscirà il 3 dicembre su CD. Può essere un buon regalo?” 

Il brano, dolce, melodico e che riporta proprio all’atmosfera natalizia, sarà presto accompagnato da un videoclip a tema, che uscirà nei prossimi giorni. 

“In arrivo anche un video musicale per farti immergere nello spirito speciale delle festività natalizie…”

Il brano Little Things non è l’unica novità natalizia del gruppo dei record.

Ogni anno il Museo degli ABBA di Stoccolma rilascia un’edizione limitata di palline di Natale. La strenna si può acquistare direttamente al museo, ma anche on line tramite il sito ufficiale.

“Little Things” non è l’unico brano natalizio nella storia della band svedese. Nel 1980 pubblicarono il singolo Happy New Year, contenuto nell’album Super Trouper, disco che per nove settimane restò in vetta alla classifica inglese.