Italia: Francesca Michielin a Sanremo 2013? No, prima devo finire la scuola

La vincitrice di X Factor 5 Francesca Michielin non sarà a Sanremo 2013.

L’ha ribadito oggi in un’intervista al quotidiano Repubblica dove ha specificato che in questo momento della sua vita la priorità è quella di terminare gli studi: “Per il Festival di Sanremo non mi sento pronta, devo studiare ancora un pò e soprattutto imparare a gestire meglio la mia voce”.

Attualmente Francesca, che ha compiuto 17 anni lo scorso 25 Febbraio, è iscritta da privatista al quarto anno de Liceo Classico di Bassano del Grappa e quindi di strada ne ha ancora da fare visto che per l’agognata maturità dovrà aspettare l’estate del 2014.

Inoltre la cantante veneta, prima di salire su palcoscenici così importanti, vuole perfezionare la tecnica di canto per gestire meglio la sua voce. Perciò niente Sanremo e niente tournée a supporto dell’album ‘Riflessi di Me’ che si è subito insediato al quarto posto della classifica FIMI a una sola settimana dall’uscita nei negozi.

Ci sarà giusto qualche sporadico live ma per un tour vero e proprio bisognerà attendere che la Michielin sia finalmente libera da ogni tipo di impegno scolastico. Però i suoi tanti fan potranno vederla cantare giovedì prossimo nella prima puntata di X Factor 6, dove farà gli onori di casa in qualità di campionessa della passata edizione.

In ogni caso Francesca Michielin non avrebbe potuto partecipare a Sanremo 2013 anche se l’avesse desiderato, visto che l’anno prossimo per regolamento (tranne possibili eccezioni provenienti da Area Sanremo) non sarà consentito l’accesso a cantanti minorenni. Una norma definita da qualcuno ‘anti-talent’ che non ha mancato di provocare polemiche all’interno dell’industria discografica. Ma Francesca avrebbe rifiutato a prescindere.

Sul palco dell’Ariston già c’è stata per duettare con Chiara Civello su “Al posto del mondo”: “Ero rilassata, mi sono concentrata sulla canzone. Al confronto X Factor è molto più stressante, lo studio in cui si registra è enorme, c’è sempre una coreografia da seguire e hai gli occhi della giuria sempre puntati addosso. Magari sei lì a cantare e vedi Morgan che sbadiglia, a me è successo. E contrariamente a quanto accade al Festival lì non c’è nemmeno l’ausilio di un gobbo elettronico”.

Per il resto nell’intervista Francesca Michielin ha sottolineato le differenze tra ‘X Factor’ e ‘Sanremo’ ritenendo il talent-show molto più stressante ma allo stesso tempo assai formativo (soprattutto per chi ha la fortuna/bravura di andare avanti nel programma) perché consente di vivere per due mesi a stretto contatto con grandi personaggi del mondo della musica.

Ha poi ricordato il suo buon rapporto con Elisa, che le ha scritto il singolo ‘Distratto’ ed altri brani del suo album, e ricordato le sue origini di cantante in un coro gospel e una successiva (e imprevedibile) fase punk-rock in una band locale tutta al femminile, le Monkey Nuts, dove oltre a cantare suonava anche il basso.

E sull’album: “Realizzarne uno intero è molto impegnativo, servono forza di volontà, idee chiare e soprattutto bisogna essere aperti a collaborare con gli altri, ascoltare tutti. Io ho avuto la fortuna di trovare gente come Andrea Rigonat ed Elisa che hanno compreso le mie difficoltà e mi hanno praticamente ‘adottata’. Con Elisa, poi, è scattato un feeling speciale al punto che certe mattine ci telefonavamo e facevamo delle chiacchierate in dialetto. Hanno detto che sono una sua protetta ma tra noi c’è semplicemente la stessa passione per la musica”.

Francesca ha messo le mani su diverse canzoni: “Suono il piano e scrivo anche se compongo le mie canzoni sempre in inglese. Il lavoro in studio mi è servito anche a questo, a evolvermi. A volte altri sviluppavano delle mie idee, davano forma a cose che volevo dire, altre volte sono stata io a intervenire. Riflessi di me, per esempio, il brano che ha scritto Virginio Simonelli, è un pezzo che mi rappresenta molto in un periodo così pieno di cambiamenti”.

A volte lei sembra impaurita: “La paura c’è. Ed è quella di perdersi. Intendo perdere la propria integrità, non sapere più chi sono, dimenticare i miei valori. Quelli che la mia famiglia mi ha trasmesso”. E la madre continua a starle vicina, anche nel recente viaggio negli Usa.

Infine ha svelato i suoi due punti di riferimento come cantante: Jeff Buckley e Adele.

(Tratto da: blogosfere)