Sanremo 2019: Ecco i primi 12 cantanti in gara al Festival di Sanremo 2019

1545351252431_Tappo-big-Sanremo-2019-ART.jpg

Comunicati questa sera, giovedì 20 novembre 2018, nel corso della prima delle due serate di Sanremo Giovani 2018, i nomi dei primi 12 artisti in gara al Festival di Sanremo 2019. 

Undici nomi Big a cui si è aggiunto Einar in qualità di vincitore della prima serata di Sanremo Giovani 2018.

I nomi dei rimanenti 11 artisti in gara al Festival di Sanremo 2019, con l’aggiunta dell’artista vincitore tra i giovani nella seconda serata, verranno svelati domani, venerdì 21 dicembre 2018.

Progetto-senza-titolo-2-10.jpg

Ecco di seguito l’elenco dei primi 11 big del Festival di Sanremo 2019 a cui si aggiunge il vincitore di Sanremo Giovani 2018, prima serata, Einar Ortiz:

  • Paola Turci – “L’ultimo ostacolo”. Numero di partecipazioni a Sanremo inclusa l’attuale: 11 / Miglior piazzamento: vittoria nella categoria emergenti nel 1989 con “Bambini”.
  • Simone Cristicchi – “Abbi cura di me”. Numero di partecipazioni a Sanremo inclusa l’attuale: 5 / Miglior piazzamento: vittoria tra i big nel 2007 con “Ti regalerò una rosa”.
  • Zen Circus – “L’amore è una dittatura”. Numero di partecipazioni a Sanremo inclusa l’attuale: 1 / Miglior piazzamento: –
  • Anna Tatangelo – “Le nostre anime di notte”. Numero di partecipazioni a Sanremo inclusa l’attuale: 9 / Miglior piazzamento: vittoria nelle nuove proposte nel 2002 con “Doppiamente fragili”.
  • Loredana Bertè – “Cosa ti aspetti da me”. Numero di partecipazioni a Sanremo inclusa l’attuale: 11 / Miglior piazzamento: quarto posto nel 2012 con Gigi D’Alessio e il brano “Respirare”.
  • Irama – “La ragazza col cuore di latta”. Numero di partecipazioni a Sanremo inclusa l’attuale: 2 / Miglior piazzamento: non finalista tra le nuove proposte del 2016 con “Cosa resterà”.
  • Ultimo – “I tuoi particolari”. Numero di partecipazioni a Sanremo inclusa l’attuale: 2 / Miglior piazzamento: primo nelle nuove proposte nel 2018 con “Il Ballo delle incertezze”.
  • Nek – “Mi farò trovare pronto”. Numero di partecipazioni a Sanremo inclusa l’attuale: 4 / Miglior piazzamento: secondo nel 2015 con “Fatti avanti amore”.
  • Motta – “Dov’è l’Italia”. Numero di partecipazioni a Sanremo inclusa l’attuale: 1 / Miglior piazzamento: –
  • Il Volo – “Musica che resta”. Numero di partecipazioni a Sanremo inclusa l’attuale: 2 / Miglior piazzamento: vincitori nel 2015 con “Grande amore”.
  • Ghemon – “Rose viola”. Numero di partecipazioni a Sanremo inclusa l’attuale: 1 / Miglior piazzamento: –

Agli undici Big di stasera si aggiunge Einar che ha vinto la prima serata di Sanremo Giovani 2018.

Comincia ad aprirsi pian piano il sipario del Teatro Ariston per il Festival di Sanremo 2019: i nomi dei primi 11 big in gara sono stati annunciati questa sera nel corso della prima finale di Sanremo Giovani (il vincitore parteciperà al Festival direttamente tra i “big”). Ci sono parecchi ritorni, ma anche qualche inaspettato debutto: quello degli Zen Circus, di Ghemon e di Motta, a rappresentare la cosiddetta scena “indie”.

“Non credo di essere superiore anche io vado a Sanremo”, hanno scritto gli Zen Circus sui loro social dopo aver appreso la notizia della partecipazione al Festival, citando un verso di “I qualunquisti”, una loro canzone del 2011, “tutto vero, con una canzone di cui andiamo molto fieri”. Il brano che Appino e soci presenteranno sul palco dell’Ariston si intitola “L’amore è una dittatura”. L’ultimo album del gruppo, “Il fuoco in una stanza”, è uscito lo scorso marzo. Pochi giorni fa gli Zen Circus hanno annunciato un concerto-evento in programma ad aprile al Paladozza di Bologna per il decennale di uno dei dischi più amati dai loro fan, “Andate tutti affanculo”.

Se sul palco del Paladozza ci saranno ospiti, non potrà mancare Motta, la cui carriera negli anni ha avuto modo di incrociare più volte quella degli Zen Circus: l’album d’esordio dell’ex gruppo del cantautore toscano, i Criminal Jokers, fu prodotto da Appino; prima di esordire come solista nel 2016 con “La fine dei vent’anni”, per un periodo Motta suonò insieme agli Zen; tra i musicisti dell’ultimo disco di Motta, uscito all’inizio di quest’anno, c’è anche Appino (suona la chitarra elettrica in “Vivere o morire”). Tra i progetti più recenti di Motta, il mini-tour teatrale insieme al gruppo nigeriano tutto al femminile Les Filles des Illighadad. Sul palco dell’Ariston farà ascoltare “Dov’è l’Italia”, testo e musica di Francesco Motta.

“Sono emozionata, sono felice, grazie per questa notizia. è bello anche rivedere Pippo, che mi ha battezzata artisticamente. Pronti per questa avventura”, dice Anna Tatangelo nel video che ha postato sui suoi canali social per festeggiare la notizia della partecipazione al Festival di Sanremo 2019. Per la voce di Sora si tratta di un ritorno a distanza di quattro anni dall’ultima partecipazione, quella del 2015 con “Libera”. L’ultimo album della cantante è uscito proprio nel 2015. A maggio è uscito il singolo “Chiedere scusa”, mentre è notizia recente la collaborazione con Achille Lauro e Boss Doms per il remix di “Ragazza di periferia” (canzone che Tatangelo presentò in gara al Festival di Sanremo nel 2005).

“Che bomba, sono contentissimo di ripartecipare quest’anno a Sanremo, stavolta nei big”, è stato invece il commento di Ultimo, vincitore nel 2018 della categoria “Nuove Proposte” con “Il ballo delle incertezze”, “è un vero onore e spero di essere all’altezza di quel meraviglioso palco che mi ha dato tanto”. Il nuovo album del cantautorapper romano si intitola “Colpa delle favole”, proprio come il tour primaverile nei palasport. L’appuntamento più importante, dopo il Festival, sarà però quello del 4 luglio 2019, giorno in cui Ultimo – che a Sanremo presenterà la sua “I tuoi particolari” – si esibirà per la prima volta in carriera allo Stadio Olimpico di Roma.

“Sono molto felice, perché presenterò una canzone che secondo me merita quel palco e da quella nuova canzone partirà il nuovo progetto”, ha detto Nek. Il cantante torna in gara a Sanremo quattro anni dopo il secondo posto di “Fatti avanti amore”. Il suo ultimo album in studio è “Unici” del 2016, mentre negli scorsi mesi Nek è stato impegnato con il progetto in trio insieme agli amici Max Pezzali e Francesco Renga. Sul palco dell’Ariston farà ascoltare “Mi farò trovare pronto”.

A Sanremo Nek ritroverà chi si classificò sul gradino più alto del podio l’anno del suo secondo posto: Il Volo. Il Volo ha vinto Sanremo 2015 con “Grande amore”, brano con cui ha anche rappresentato l’Italia all’Eurovision Song Contest dello stesso anno che si è tenuto a Vienna, discograficamente fermo a “L’amore si muove” del 2015 (ma quest’anno è uscito il disco per il mercato latino americano “Amame”), è in gara al Festival di Sanremo 2019 con “Musica che resta”.

“Le cose non succedono mai per caso… Oggi è il mio compleanno, grazie per tutti gli auguri e l’affetto. In questo preciso momento è arrivata la notizia… Siamo a Sanremo!”, ha scritto Irama sui suoi canali social. Vincitore di “Amici” quest’anno, il cantante torna a Sanremo dopo la partecipazione del 2016 tra le “Nuove Proposte” con “Cosa resterà”. Sul palco dell’Ariston presenterà “La ragazza con il cuore di latta”, che sarà probabilmente inclusa nella riedizione del suo ultimo disco, “Giovani”, uscito lo scorso ottobre.

C’è Gaetano Curreri tra gli autori di “Cosa vuoi da me”, la canzone che Loredana Berté presenterà sul palco dell’Ariston per la sua undicesima partecipazione al Festival di Sanremo. La leonessa del rock torna in gara a distanza di sette anni dall’ultima volta, quella del 2012 in coppia con Gigi D’Alessio con “Respirare”. Il brano sanremese sarà contenuto nella nuova edizione del suo ultimo album di inediti, “LiBerté”, uscito a settembre. Altro ritorno è quello di Paola Turci, in gara l’ultima volta nel 2017 con “Fatti bella per te”: la cantautrice romana è attualmente al lavoro sul suo nuovo album di inediti, “Il secondo cuore” del 2017, che conterrà anche il brano sanremese, “L’ultimo ostacolo”. E poi Simone Cristicchi: manca dalla gara da sei anni (nel 2013 partecipò con “La prima volta che sono morto”), ma lo scorso anno accompagnò nella serata dei duetti Fabrizio Moro e Ermal Meta.

Come Cristicchi anche Ghemon lo scorso anno fu ospite sul palco dell’Ariston: affiancò Diodato e Roy Paci con la loro “Adesso”. Il rapper, salito alla ribalta nel 2014 grazie a “Quando imparerò” e all’album “Orchidee”, lo scorso anno ha pubblicato il suo quinto album “Mezzanotte”, che ha riscosso un discreto successo di pubblico e critica. “Rose viola” è il titolo della canzone con cui gareggerà per la prima volta al Festival di Sanremo.

Ricordiamo che il vincitore del 69° Festival della Canzone Italiana parteciperà, in rappresentanza dell’Italia, all’edizione 2019 dell’Eurovision Song Contest, su richiesta di RAI.

Gli altri 11 big in gara al Festival di Sanremo 2019 saranno annunciati durante la seconda finale di Sanremo Giovani, domani sera su Rai1.