ESC 2020 – Svezia: SVT rende noto il core team del Melodifestivalen 2020


mello-16-9.jpg

Sono in corso i preparativi per Melodifestivalen 2020, il format di una delle selezioni nazionali più popolari per l’Eurovision Song Contest. 

L’emittente pubblica svedese SVT ha rivelato il team di persone che sarà responsabile di tenere la prossima edizione del Melodifestivalen nel 2020 per la 65ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2020, che si terrà nei Paesi Bassi, per la quinta volta dopo le edizioni del 1958, 1970, 1976 e 1980), in seguito alla vittoria di Duncan Laurence nell’edizione precedente, tenutasi a Tel Aviv con il brano “Arcade”.

Per l‘edizione 2020 del Melodifestivalen, l’ambizione è quella di creare un’organizzazione di gestione piatta e chiara che insieme all’intero team editoriale creerà uno spettacolo sorprendente ed eccitante per il pubblico.

Anette Helenius, the Project Manager del Melfest, delinea l’esperienza che ogni membro ha e che, una volta sommato, sarà in grado di portare “momenti televisivi magici” nell’edizione del prossimo anno. In particolare Anette ha dichiarato: “Il Melodifestivalen e l’Eurovision Song Contest sono due produzioni correlate in cui la vecchia tradizione condivide e prende in prestito metodi di lavoro e idee di programma reciproche. Con Christel Tholse Willers (Produttore esecutivo), Christer Björkman (senior producer) e Karin Gunnarsson (produttrice del consorso), raccogliamo esperienze comuni in un Core Team. Crea una solida base per i Melodifestivalen per testare nuove idee e rinnovare il programma. Non vediamo l’ora di allenarci nei magici momenti televisivi del prossimo anno in uno spettacolo divertente pieno di canzoni, artisti e storie per tutti i gusti.

Christel Tholse Willers ha molti anni di esperienza all’Eurovision Song Contest e il Melodifestivalen. Nel 2015 è stata a capo del progetto e ha lanciato tra l’altro il voto del cuore tramite l’app Melodifestival.

Christel Tholse Willers, produttore esecutivo di quest’anno, è stato a capo di Melodifestivalen nel 2015, che ha incoronato Måns Zelmerlöw vincitore della finale nazionale e che ha portato nel paese la sua sesta vittoria nel concorso: “Il Melodifestivalen è un incarico a cui non puoi dire di no e lavorare con colleghi competenti e adorabili sarà più divertente che mai. Inoltre, useremo le nostre forze creative sotto forma di una squadra che è appassionata di creare intrattenimento usando il potere della musica. Vedo che insieme costruiremo una serie di programmi che offrono sorprese, eccitazione e gioia. Il Melodifestivalen per me è la luce nell’oscurità e rende il tempo grigio tra febbraio e marzo un pò più colorato”.

Karin Gunnarsson ha lavorato con il progetto dal 2017, come assistente alla produzione del concorso e ora completa il ruolo come produttrice del consorso: “Entrare nel lavoro come produttore del concorso per Melodifestivalen 2020 insieme a questi tre colleghi qualificati è fantastico! Insieme al resto della nostra redazione, gestiremo e perfezioneremo il formato di Melodifestivalen per continuare a toccare, mantenere e coinvolgere gli spettatori”.

Christer Björkman sostiene l’intera produzione nel ruolo di senior producer. Christer Björkman non ha certo bisogno di presentazioni, essendo profondamente coinvolto nel Melfest. Christer si occupa dell’intera produzione e parla nel modo più caloroso degli altri membri: What a Dream Team!  al posto di guida, Christel torna con la sua forte leadership e le sue alte ambizioni creative e Karin che quest’anno mette alla prova le sue ali. È magico far parte di questo quartetto appassionato.

Maggiori dettagli sulla prossima edizione del Melodifestivalen 2020, il format di una delle selezioni nazionali più popolari per l’Eurovision Song Contest saranno resi disponibili a tempo debito.

La Svezia è stata rappresentata nella scorsa edizione tenutasi a Tel Aviv dal  cantante, compositore ed ex velocista svedese con origini britanniche John Lundvik e il suo brano “Too Late For Love” (scelti tramite il Melodifestivalen 2019, il processo di selezione per la ricerca del rappresentante eurovisivo svedese), pubblicato il 23 febbraio 2019 su etichetta discografica Warner Music Sweden. Il brano è stato scritto dallo stesso interprete insieme a Anderz Wrethov e Andreas “Stone” Johansson.

Dopo aver vinto la semifinale, ha ottenuto il massimo del punteggio da tutte le otto giurie internazionali, nonché il maggior numero di voti dal pubblico, ed è stato incoronato vincitore. Rappresenterà la Svezia all’Eurovision Song Contest 2019. Dopo essersi qualificato dalla seconda semifinale del 16 maggio, si è esibito per nono nella finale del 18 maggio successivo. Qui si è classificato 5º su 26 partecipanti con 334 punti totalizzati, di cui 93 dal televoto e 241 dalle giurie. È risultato il più televotato in Norvegia, e la più popolare fra i giurati di Armenia, Australia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Irlanda, Islandia, Paesi Bassi, Repubblica Ceca e Spagna. 

Il singolo ha conquistato la vetta della classifica dei singoli svedese l’8 marzo 2019 dopo aver debuttato al 3º posto la settimana precedente.

Il Paese ha debuttato all’Eurovision Song Contest nel 1958, da allora ha partecipato 59 volte (58 Finali) vincendo 6 edizioni, tra cui quella del 1974 con la canzone più famosa di tutta la manifestazione, “Waterloo” degli ABBA.

La prima canzone portata all’ESC fu scelta internamente da Sveriges Radio, già dall’anno dopo si svolge la selezione nazionale per l’Eurofestival, ora nota come Melodifestivalen, organizzato da SVT e SR, considerata una delle migliori in Europa.

Nel 2010, proprio alla sua 50° partecipazione, il paese scandinavo è fuori dalla finale.

Da allora, eccecion fatta per l’edione 2013 e 2018, il paese scandinavo non è più sceso dalla Top 5. Infatti nel 2011, dopo 12 anni, Eric Saade riporta la Svezia sul podio con la canzone “Popular”. Nel 2012 la Svezia conquista la sua quinta vittoria con Loreen, e nel 2015 vince nuovamente con Måns Zelmerlöw, ottenendo il diritto di ospitare la competizione. Completano il quadro il terzo posto di Sanna Nielsen nel 2014 i quinti posti di Frans, Robin Bengtsson e John Lundvik, e il settimo posto di Benjamin Ingrosso.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...