ESC 2020 – Croazia: Damir Kedžo con “Divlji vjetre” a Rotterdam

Damir-Kedžo

L’emittente pubblica croata HRT ha svolto stasera la Finale della selezione nazionale croata, „DORA 2020.“, per determinare il brano/interprete rappresentante della Croazia alla 65ª edizione dell’Eurovision Song Contest che si terrà presso l’Ahoy Rotterdam di Rotterdam, nei Paesi Bassi, il 12, 14 e 16 maggio del prossimo anno, in seguito alla vittoria di Duncan Laurence nell’edizione precedente tenutasi a Tel Aviv con il brano “Arcade”

Sarà Damir Kedžo con il brano “Divlji vjetre” (Wild Wind)  a rappresentare la Croazia a Rotterdam, il prossimo 12 maggio in occasione della Prima Semi-Finale dell’Eurovision Song Contest 2020.

Il cantante croato Damir Kedžo nato a Castelmuschio, il 24 maggio 1987, ha iniziato la sua carriera nel 2003 partecipando  al talent Story Supernova Music Talents (versione croata di American Idol) dove si è classificato settimo, ma ha raggiunto la notorietà in Croazia dopo aver vinto la terza stagione di Tvoje lice zvuči poznato, la versione croata di Tale e quale show.

L’anno successivo, nel 2004, insieme a Saša Lozar e Tin Samardžić, fondano il trio musicale Saša, Tin & Kedžo con cui ha pubblicato l’album ‘Instant’ e con cui prese parte alla Dora 2005, finendo decimi nella finale con la canzone “Zašto”. Nel 2006, dopo un anno di pausa, Kedžo ha partecipato al Melodije Istre i Kvarnera dove ha vinto il premio come artista emergente. Mentre l’anno successivo ha vinto quello per la miglior interpretazione. Nel 2008, ha pubblicato il suo album di debutto contenente molti dei suoi successi. Nel 2010 ha vinto il primo premio allo Slavianski Bazaar, svoltasi in Bielorussia. Nel 2011, partecipa al Dora, il processo di selezione nazionale per l’Eurovision Song Contest, venendo eliminato alle fasi preliminari del programma. Nel 2016, dopo 5 anni di pausa, il cantante è stato confermato come concorrente alla terza edizione di Tvoje lice zvuči poznato versione croata di Tu cara me suena (in Italiana intitolato Tale e quale show), vincendo l’edizione con l’imitazione di Mariah Carey.

Damir si è esibito anche come attore di musical e si è esibito in diversi festival internazionali come lo Slavianski Bazaar in Bielorussia e il New Wave in Russia.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Damir Kedžo con “Divlji vjetre” (Wild Wind) è il 30º concorrente in gara all’edizione 2020 dell’Eurovision Song Contest, dopo gli Hooverphonic con “Release me” per il Belgio, Blas Cantó con “Universo” per la Spagna, VICTORIA (Виктория) per la Bulgaria, Sandro con “Running” per il Cipro, Vincent Bueno con “Alive” per l’Austria, Tornike Kipiani (თორნიკე ყიფიანი) con “Take Me As I Am” per la Georgia, Jeangu Macrooy per i Paes Bassi, Tom Leeb con “The best in me” per la Francia, Arilena Ara con “Shaj” (Swear) per l’Albania, Vasil (Васил) con “YOU” per la Macedonia del Nord, Benny Cristo con “Kemama” per la Repubblica Ceca, Stefania (Στεφανία) con “SUPERG!RL” per la Grecia, Eden Alene (עדן אלנה) per l’Israele, Montaigne con “Don’t break me” per l’Australia, Samanta Tīna con “Still Breathing” per la Lettonia, Destiny Chukunyere per Malta, Diodato con “Fai rumore” per l’Italia, Roxen per la Romania, Athena Manoukian (Αθηνά ΜανουκιανԱթենա Մանուկեան) con “Chains on you” per l’Armenia, Ulrikke con “Atention” per la Norvegia, THE ROOP con “On Fire” per la Lituania, Go-A con “Solovey” (Соловей) per l’Ucraina, Ana Soklič con il brano “Voda”, Alicja Szemplińskac con “Empires” per la Polonia, James N’ewman con “My last breath” per il Regno Unito, Ben Dolic con il brano “Violent thing” per la Germania, Samira Efendi per per l’Azerbaigian, VAL con “Da vidna” (Да вiдна) per la Bielorussia e Uku Suviste con “What love is” per l’Estonia.

La selezione nazionale croata, „DORA 2020.“ (Hrvatski izbor za pjesmu Eurovizije) si è svolta presso il Palazzetto dello sport Marino Cvetković (Sportska dvorana Marino Cvetković, Marino Cvjetković Sports Hall) a Opatija, in Croazia.

„DORA“ è stato il format di selezione nazionale sloveno per l’Eurovision Song Contest, dal debutto del paese alla manifestazione, dopo la dissoluzione della Federazione Jugoslava, per selezionare i propri rappresentanti alla manifestazione da molti anni, dal 1993 fino al 2011 e poi ripreso nel 2019, con qualche anno di stacco. Dal 2012 in poi, i rappresentanti croati all’Eurovision Song Contest sono stati selezionati internamente dall’emittente pubblica, con risultati misti: cinque rappresentanti selezionati internamente si sono qualificati per il Gran finale, mentre solo due volte hanno consegnato buone prestazioni.

Una combinazione di voto tra una giuria di esperti (50%) e il televoto del pubblico tramite telefono o attraverso SMS (50%) è stata utilizzata per determinare il rappresentante croato all’ESC 2020. Il voto della giuria è stato determinato dalle giurie di 3 esperti dislocate in tutto il paese – Zagabria, Spalato, Fiume, Osijek e Čakovec / Varaždin -. 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ecco di seguito la lista completa degli artisti che si sono sfidati per rappresentare la Croazia a Rotterdam (Giuria (Zagreb + Split + Rijeka + Osijek + Varaždin e Čakovec) + Televoto (Phone Calls + SMS) = Risultato – Posizione:

  1. Elis Lovrić – “Jušto” (Elis Lovrić), 11 (7+-+7+-+5= 44) + 1 (342+304=646) = 12 punti – 13º 
  2. Bojan Jambrošić – “Više od riječi(More than words) (Antonija Šola), 5 (3+-+1+-+13= 27) + 7 (927+279=1206) = 12 punti – 11º 
  3. Edi Abazi – “Coming Home” (Srđan Sekulović Skansi), 3 (4+-+4+-+12= 26) + 8 (829+524=1353) = 11 punti – 14º 
  4. Zdenka Kovačiček – “Love, Love, Love” (Branimir Mihaljević, Mario Mihaljević), 6 (6+-+11+-+10= 39)+ 12 (1558+599=2157) = 18 punti – 6º 
  5. Alen Vitasović & Božidarka Marija Čerina – “Da se ne zatare(So as not to get old) (Robert Pilepić), 2 (2+-+9+-+4= 21) + 3 (1514+815=2329) = 15 punti – 9º 
  6. Đana – “One” (Rando Stipišić), 8 (8+-+8+-+11= 42) + 9 (1084+403=1487) = 17 punti – 7º 
  7. Aklea Neon – “Zovi ju mama(Call her mama) (Dorotea Zovko), 13 (14+-+10+-+14= 52) + 10 (997+768=1765) = 23 punti – 4º 
  8. Nikola Marjanović – “Let’s Forgive” (Adi Karaselimović), 10 (9+-+14+-+8= 44) + 2 (453+367=820) = 12 punti – 12º 
  9. Lorenzo feat. Dino Purić & Reper iz sobe – “Vrati se iz Irske (Come back from Ireland) (Ivan Grgić, Marko Kantolić), 1 (5+-+3+-+3= 20) + 3 (608+339=947) = 6 punti – 16º 
  10. Marin Jurić Čivro – “Naivno” (Naive) (Boris Kolarić, Maja Kolarić, Marko Matijević Sekul), 4 (1+-+6+-+1= 27) + 6 (677+409=1086) = 10 punti – 15º 
  11. Lorena Bućan – “Drowning” (Ivan Huljić, Vjekoslava Huljić), 9 (10+-+5+-+7= 43) + 11 = 20 punti – 5º 
  12. Indira Levak – “You Will Never Break My Heart” (Branimir Mihaljević, Doron Medalie), 14 (15+-+13+-+9= 64) + 14 = 28 punti – 3º 
  13. Jure Brkljača – “Hajde nazovi me! (Come on, call me!) (Miroslav Rus), 11 (11+-+2+-+6= 40) + 4 = 15 punti – 10º 
  14. Colonia – “Zidina (Walls) (Boris Đurđević, Valerija Đurđević), 12 (12+-+15+-+2= 44) + 5 (732+309=1041) = 17 punti – 8º 
  15. Mia Negovetić – “When It Comes to You” (Linnea Deb, Anderz Wrethov), 16 (16+-+16+-15= 78) + 15 (7985+3870=11855) = 31 punti – 2º 
  16. Damir Kedžo – “Divlji vjetre (Wild winds) (Ante Pecotić), 15 (13+-+12+-16= 69) + 16 (7985+3870=11855) = 31 punti – 1º 

8ff95af8-7517-4a1a-b017-f3cca7bb1b35

Nel corso della serata si sono esibiti Roko Blažević e i finalisti di  The Voicea – Filipa Rudan, Bernarda Bobovečki i Albina Grčić.

111tabela_dora

FacebookTwitterInstagramYouTube

Il paese è stato rappresentato nella scorsa edizione tenutasi a Tel Aviv, dal cantante croato Roko Blažević, conosciuto anche semplicemente come Roko. Blažević ha partecipato al DORA, la selezione nazionale croata per l’ESC, con il brano “The Dream”, scritto per lui dal rappresentante croato del 2017, Jacques Houdek. Nella finale del 16 febbraio è risultato il preferito sia dal voto della giuria che dal pubblico ed è stato dichiarato vincitore, ottenendo così il diritto di rappresentare la Croazia all’Eurovision Song Contest 2019 a Tel Aviv. Qui si è esibito nella seconda semifinale del 16 maggio, ma non si è qualificato per la finale, piazzandosi 14º su 18 partecipanti con 64 punti totalizzati, di cui 38 dal televoto e 26 dalle giurie.

La Croazia ha debuttato all’Eurovision Song Contest nel 1993, dopo la dissoluzione della Federazione Jugoslavae (24 partecipazioni, 18 Finali)Da allora ha partecipato ad ogni edizione. Nel 1993 la Croazia, assieme ad altre sei nazioni che desideravano partecipare all’Eurovision Song Contest per la prima volta, dovette partecipare ad una semifinale che si svolse a Lubiana: si classificò al secondo posto e poté così partecipare all’Eurovision Song Contest 1993 con il brano “Don’t ever cry” dei Put. La migliore posizione fino ad oggi raggiunta del paese è il 4° posto ottenuto nel 1996 con Majda Blagdan e il suo brano “Sveta ljubav” (Holy love) e nel 1999 con Doris Dragović e il brano “Marija Magdalena” (Mary Magdalene).

Non ha raggiunto la finale dal 2010 al 2013. Si ritira a partire dall’edizione 2014, tuttavia ritornerà, dopo due anni, nell’edizione 2016 riuscendo a qualificarsi alla finale dopo 7 anni.

Per tredici volte una canzone di lingua croata, tra cui una ritirata, fu la scelta della Jugoslavia per l’Eurovision Song Contest. Nel 1989 la canzone “Rock Me” cantata dal gruppo croato dei Riva vinse la manifestazione. L’anno successivo a Zagabria si svolse l’Eurovision Song Contest 1990.