Sanremo 2019: Iniziate le prove di Sanremo Giovani 2018

1544900596130_Logo-SG-2018-news 1

Il Festival entra nel vivo in vista delle due puntate dedicate alle Nuove proposte

Primo giorno in città, ieri, per i ragazzi di Sanremo Giovani, che iniziano a prendere confidenza con il palco del Teatro dell’Opera della casa da gioco, in vista delle due puntate in diretta su Raiuno, giovedì e venerdì prossimi.

Il calendario delle prove ha visto tra i primi in elenco anche alcuni artisti selezionati dalla commissione Rai tra i ragazzi provenienti da Area Sanremo. Per loro è un ritorno, a distanza di poche settimane, nella città del Festival (avevano frequentato i corsi e si sono esibiti, per le selezioni, al Palafiori). La band senese dei Deschema, reduce dalla partecipazione negli studi di Radio 2 Social Club, ha pubblicato ieri, tra le «storie» di Instagram alcune immagini in cui passeggiano nell’isola pedonale di via Matteotti, accanto alla griglia con i nomi dei vincitori di tutte le edizioni della kermesse canora, in cerca di un ristorante. «Inizia la vera avventura! Carichi!», scrivono nella pagina ufficiale del gruppo.

Anche il duo Fedrix & Flaw è a Sanremo: la foto della facciata del Teatro Ariston testimonia la presenza degli artisti, che scrivono: «L’attesa è finita! Siamo finalmente arrivati a Sanremo. Si inizia, non vediamo l’ora».

I Mescalina, altri concorrenti in arrivo da Area Sanremo, ieri, a mezzogiorno e mezza, hanno iniziato a postare video dalla città dei fiori dall’auto, prima ancora di mettere piede in città: «Andiamo a cambiarci e prepararci per le prove: dobbiamo andare al casinò».

La veneta Francesca Miola, sempre ieri, ha postato una bella foto con il mare, le nuvole e gli scogli della Riviera. «Primo giorno. Io e il mare di Sanremo. Ci stiamo preparando, questo pomeriggio prime prove con la band». Anche per lei, la tradizionale foto davanti all’Ariston, un tramonto in via Matteotti, e un video con i suoi massi in corso Imperatrice con suggestiva vista sul mare.

Il duo Sisma, invece, gioca con immagini dalla residenza sanremese, mostrando piatti di pasta al sugo prima di raggiungere i colleghi per le prime prove sul palco del casinò. Gli altri giovani che in questi giorni si preparano all’evento televisivo, sognando il Festival, sono Roberto Saita, Federica Abbate, Andrea Biagioni, Cannella, Laura Ciriaco, Diego Conti, Cordio, Fosco 17, La Rua, La Zero, Le Ore, Mahmood, Marte Marasco, Giulia Mutti, Nyvinne, Einar Ortiz , i Ros , Symo, Wepro. In tutto 24 finalisti al Festival Giovani: ne resteranno (per il Festival), solo due.

Il regolamento di Sanremo 2019 prevede che l’unica possibilità per i giovani under 36 di partecipare alla kermesse canora sarà quella di risultare tra i due vincitori della gara preliminare che si svolgerà nella settimana dal 17 al 21 dicembre nella cittadina ligure.

A questo proposito, la 69ma edizione del Festival della Canzone Italiana non prevede la sezione Nuove Proposte, perché i due artisti vincitori della gara preliminare entreranno a far parte della categoria Big che competerà dal 5 al 9 febbraio al Teatro Ariston.

Martedì 27 novembre, nel corso del programma Radio2 Social Club, é stata annunciata la lista dei 24 cantanti under 36, sei dei quali provenienti da Area Sanremo, che parteciperanno a Sanremo Giovani 2018. La trasmissione, in diretta tv su Rai1, sarà così articolata: quattro puntate pomeridiane condotte da Luca Barbarossa (in replica la sera su Rai4 alle 20.30) dal 17 al 20 dicembre, e due puntate in prime time il 20 e il 21 dicembre, presentate da Pippo Baudoe Fabio Rovazzi dal Teatro del Casinò, durante cui verranno scelti i due giovani che accederanno al Festival di Sanremo 2019.

In ordine alfabetico ascolteremo:

  • Federica Abbate – Finalmente
  • Andrea Biagioni – Alba piena
  • Cannella – Nei miei ricordi
  • Laura Ciriaco – L’inizio
  • Diego Conti – 3 gradi
  • Cordio – La nostra vita
  • Deschema – Cristallo (Area Sanremo)
  • Fedrix & Flaw – L’impresa (Area Sanremo)
  • Fosco17 – Dicembre
  • La Rua – Alla mia età si vola
  • La Zero – Nina è brava
  • Le Ore – La mia felpa è come me
  • Mahmood – Gioventù bruciata
  • Marte Marasco – Nella mia testa
  • Mescalina – Chiamami amore adesso (Area Sanremo)
  • Giulia Mutti – Almeno tre
  • Francesca Miola – Amarsi non serve (Area Sanremo)
  • Nyvinne – Io ti penso
  • Einar Ortiz – Centomila volte
  • Roberto Saita – Niwrad (Area Sanremo)
  • Ros – Incendio
  • Sisma – Slow motion (Area Sanremo)
  • Symo – Paura di amare
  • Wepro – Stop/Replay

La giuria in studio, presieduta da Luca Barbarossa e composta da cinque giudici, inciderà per il 30% sul risultato finale, la Commissione musicale presieduta da Claudio Baglioni per il 40% e il televoto per il restante 30%.

Tanti i nomi nuovi presentati dalle case discografiche, ma anche alcuni reduci dai talent che tentano la carta sanremese per rinforzare la visibilità e il seguito fin qui ottenuto. E possiamo senz’altro immaginare che, per due di loro, il panettone di Natale (o il pandoro, a seconda dei gusti) quest’anno sarà ancora più dolce.

Una scenografia particolarissima dal forte impatto sta prendendo forma nella storica location del Teatro del Casinò, all’interno della quale fino al 1976 si svolse il Festival della Canzone Italiana e che dal prossimo lunedì ospiterà la prima edizione di Sanremo Giovani, il nuovo talent di Rai1 condotto dalla “strana coppia” Pippo Baudo e Fabio Rovazzi.

I lavori fervono dalla scorsa settimana a ritmo incalzante e, come si può vedere dalla foto recapitata a Riviera24.it, il palco si sta allungando e ha divorato le prime sei file della platea. Circa cento posti in meno sono il prezzo da pagare per adattare l’antica sala da concerti alle esigenze televisive moderne.

Tende nere, sfondo bianco. La fotografia sembra richiamare il monocromo che ha caratterizzato le prime edizioni della kermesse canora e il recente spot di lancio della manifestazione.

L’accesso al Teatro è off limits. Tutti gli spettacoli programmati dalla Casa da Gioco hanno dovuto traslocare all’Ariston. Rispettare i tempi non sarà semplice, ma le maestranze della televisione di Stato lavorano alacremente per centrare l’obiettivo.

Si comincia lunedì prossimo con le tre puntante del tardo pomeriggio (diretta a partire dalle 17:45), sotto la conduzione di Luca Barbarossa. I giovanissimi cantanti, nel cui elenco figura qualche volto già conosciuto dal pubblico televisivo tra ex di Amici e di X-Factor, più sei voci provenienti da Area Sanremo, li vedremo sul palco sfidarsi per conquistare il pass di accesso alla 69esima edizione del Festival di Sanremo.

Soltanto due, infatti, a febbraio (dal 5 al 9) si esibiranno all’Ariston gareggiando in un’unica categoria con i 22 Big. Le finali con Baudo e Rovazzi andranno in onda in prima serata giovedì 20 e venerdì 21.