ESC 2021: Da oggi inizia ufficialmente la stagione eurovisiva

September1-2015-720x340

Oggi è il 1° Settembre! e tutti voi sapete cosa significa: la nuova stagione eurovisiva inizia proprio adesso e che qualsiasi canzone pubblicata da oggi fino a metà marzo 2021 è eleggibile per l’Eurovision Song Contest!

Dopo un anno in cui si sono avverati i peggiori presagi, con la prima cancellazione nella storia dell’Eurovision Song Contest, oggi inizia finalmente una nuova tappa dell’Eurovision Song Contest.

Quest’anno c’è una grande incognita sul modo in cui si terrà l’Eurovision Song Contest. La pandemia sanitaria COVID-19 ha portato numerosi cambiamenti nel modo in cui gli eventi culturali si svolgono con l’alta assistenza degli spettatori. L’Eurovision Song Contest dovrà affrontare una delle sfide più complesse della sua storia e l’EBU-UER, in collaborazione con le televisioni olandesi NPO, NOS e AVROTROS, è pronta a portarla a termine sempre che le condizioni lo consentano.

La nuova stagione dell’Eurovision Song Contest che inizia ufficialmente proprio oggi e tutte le canzoni inedite che verranno pubblicate dalla data odierna potranno essere selezionate per partecipare alla  65ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2021 che si terrà presso l’Ahoy Rotterdam a Rotterdam, nei Paesi Bassi, il 18, 20 e 22 maggio 2021.

Sarà la quinta edizione dell’Eurovision Song Contest che si svolgerà nei Paesi Bassi (dopo le edizioni dell’Eurovision Song Contest 1958 a Hilversum, 1970 ad Amsterdam, 1976 all’Aja e 1980 all’Aja, quest’ultima ospitato al posto del rinunciatario Israele), grazie alla vittoria di Duncan Laurence con la canzone “Arcade” nella 64ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2019. Inoltre, è la quinta vittoria dei Paesi Bassi nella storia della manifestazione.

Sietse Baker, Produttore Esecutivo dell’Eurovision Song Contest 2021, ha dichiarato: “Today, 1 September, marks the official start of a new Eurovision Song Contest season. Not only can all songs released as of today take part in the contest, today also marks the day our team officially kicks off the preparations for the 2021 Eurovision Song Contest! With new energy. With ambition and realism hand in hand. With an increasingly clear vision of what a Eurovision Song Contest in 2021 could look like under a variety of circumstances. I couldn’t be more proud of the team that has come together again, our friends at public broadcasters from all over Europe, the EBU, their partners, the City of Rotterdam and Ahoy to make it happen. To all Eurovision fans from Europe and beyond: Here’s to new beginnings! 263 days and counting until the Grand Final…! #Eurovision #OpenUp / Oggi, 1 settembre, segna l’inizio ufficiale di una nuova stagione dell’Eurovision Song Contest. Non solo tutte le canzoni pubblicate a partire da oggi possono prendere parte al concorso, ma oggi segna anche il giorno in cui il nostro team dà ufficialmente il via ai preparativi per l’Eurovision Song Contest 2021! Con nuova energia. Con ambizione e realismo mano nella mano. Con una visione sempre più chiara di come potrebbe essere un Eurovision Song Contest nel 2021 in una varietà di circostanze. Non potrei essere più orgoglioso della squadra che si è riunita di nuovo, i nostri amici delle emittenti pubbliche di tutta Europa, l’EBU-UER, i loro partner, la città di Rotterdam e Ahoy per realizzarlo. A tutti i fan di Eurovision dall’Europa e oltre: ecco un nuovo inizio! 263 giorni e contiamo fino al Gran Finale …! #Eurovision #OpenUp

La 65ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2020 si sarebbe svolta presso l’Ahoy Rotterdam di Rotterdam, nei Paesi Bassi, in seguito alla vittoria di Duncan Laurence nell’edizione precedente, il 12, 14 e 16 maggio 2020.

Ma il18 marzo 2020, l’EBU-UER ha annunciato la cancellazione dell’evento a causa della pandemia di COVID-19 che ha coinvolto diverse regioni del mondo tra cui, più duramente, la Cina, l’Europa e gli Stati Uniti. La manifestazione verrà riorganizzata nel 2021 e verrà nuovamente ospitata dalla città di Rotterdam

In seguito a questa cancellazione senza precedenti, l’EBU-UER ha voluto sostituire l’evento con una serata speciale legata alla manifestazione, dal titolo ‘Eurovision: Europe Shine a Light’; che è stata trasmessa la sera del 16 maggio, giorno in cui era prevista la messa in onda della serata finale, con l’intenzione di celebrare i 41 partecipanti che erano stati selezionati per l’edizione della rassegna musicale, cancellata a causa della pandemia di COVID-19. Inoltre, sempre per onorare gli artisti e i brani di questa edizione, l’EBU-UER ha trasmesso uno spettacolo denominato ‘Eurovision Song Celebration 2020’, sul canale ufficiale YouTube della manifestazione il 12 e il 14 maggio, i giorni inizialmente previsti per le Semifinali.

La stagione 2021 dell’Eurovision Song Contest parte quindi proprio oggi, una data che non è stata scelta casualmente, ma coincide con una delle regole fondamentali dell’evento musicale più seguito al mondo, ossia quella secondo la quale qualsiasi brano rilasciato al pubblico a partire dal 1° Settembre potrà essere scelto per partecipare all’Eurovision Song Contest dell’anno successivo, in rappresentanza di un qualunque paese iscritto.

Questa regola, che in passato ha creato alcuni grattacapi (vedasi il caso della canzone vincitrice dell’Eurovision Song Contest 2016,  “1944” o la più recente partecipazione della francese Alma con “Requiem”), segna dunque l’inizio del nuovo anno eurovisivo.

Se sei un cantante, un autore o compositore, un produttore, paroliere, … e il tuo brano viene rilasciato da oggi in poi sulla radio, TV, Internet, presentazioni al pubblico, registrazioni, ecc, è idoneo per partecipare in una delle tante selezioni nazionali che l’emittenti pubbliche organizzeranno per l’Eurovision Song Contest 2021 o per essere selezionato internamente da una emittente nazionale.

Per tanto da oggi in poi si possono ascoltare ed pubbblicati i potenziali brani all’ESC 2021 sulla radio, TV, Internet, ecc in virtù del regolamento internazionale dell’Unione Europea di Radiotelevisione (EBU-UER). Com’è stato fatto ad esempio dall’emittente pubblica polacca TVP nel 2014, che ha scelto il brano “My Słowianie – We Are Slavic” di Donatan & Cleo che è stato originariamente rilasciato il 4 Novembre 2013, dopo che è diventato un enorme successo.

Il conto alla rovescia è iniziato e in 263 giorni, Paesi Bassi, ospiterà la Finalissima dell’Eurovision Song Contest e il paese si sta già preparando per l’evento. 

Da ricordare che a seguito della cancellazione l’EBU-UER ha valutato la possibilità di consentire ai brani selezionati di competere nel 2021; tuttavia, il 20 marzo 2020, è stato confermato dal Gruppo di Referenza che, in conformità al regolamento, ciò non sarebbe avvenuto, lasciando però la possibilità alle singole emittenti di selezionare nuovamente i rappresentanti annunciati per il 2020, purché partecipino con brani differenti rispetto a quelli in concorso nell’edizione cancellata.

Il 20 gennaio 2020 l’EBU-UER ha annunciato che Martin Österdahl sarebbe subentrato a Jon Ola Sand come nuovo supervisore esecutivo della manifestazione a partire dal 2021. Prima dell’incarico, Österdahl è stato il produttore esecutivo dell’Eurovision Song Contest 2013 e dell’edizione del 2016, ed è stato membro del gruppo di referenza della manifestazione tra il 2012 e il 2018.

Il 16 maggio 2020 l’EBU-UER e AVROTROS hanno confermato che lo slogan ufficiale dell’evento resterà ‘Open Up’ / ‘Open Up Again’, il medesimo pianificato per l’edizione annullata.

Il 18 giugno 2020 l’EBU-UER ha comunicato che avrebbe approvato, solo per quest’edizione, l’utilizzo di voci pre-registrate durante l’esibizione. L’uso delle voci sarà del tutto facoltativo, infatti ogni delegazione avrà comunque la possibilità di utilizzare dei coristi, sia sul palco che fuori. Inoltre sarà consentito anche l’utilizzo di una combinazione di voci dal vivo e registrate. Tutte le voci principali che eseguono la canzone sul palcoscenico, compreso un eventuale uso del lead dub, dovranno comunque essere eseguite obbligatoriamente dal vivo sul palco all’interno dell’arena. Questa scelta è stata scaturita per offrire alle nazioni partecipanti la possibilità di viaggiare con delegazioni più piccole, oltre che ad evitare la cancellazione di edizioni future della manifestazione.

A partire da oggi, tutte le emittenti nazionali sveleranno informazioni sul loro format di processo di selezione per l’Eurovision Song Contest 2020 (alcuni, come Norvegia, Svezia, Estonia, Cipro, Croazia, Lituania hanno già aperto il loro periodo di presentazione) – se organizzeranno una selezione nazionale o se sceglieranno un concorrente (e una canzone) internamente.

A tal proposito, stanno arrivando numerose conferme di partecipazione. Il record da battere, raggiunto nel 2008 e nel 2011, è di 43 paesi in un Contest che, secondo il regolamento attuale, può accoglierne fino a 46. Al momento 31 paesi hanno già confermato la loro presenza: dopo i Paesi Bassi – automaticamente in Finale in quanto paese organizzatore, Australia, Austria, Azerbaigian, Belgio, Bulgaria, Croazia, Cipro, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Georgia, Grecia, Irlanda, Israele, Lettonia, Lituania, Malta, Moldavia, Norvegia, Romania, San Marino, Serbia, Slovenia, Svezia, Svizzera, Ucraina, Francia, Germania e Spagna.

Come abbiamo anticipato il cast dell’Eurovision Song Contest 2021, in programma alla Ahoy Arena di Rotterdam il 18, 20 e 22 maggio 2021, inizia a prendere forma. Dopo la cancellazione dell’Eurovision Song Contest 2020, a causa della pandemia da COVID-19, alcuni paesi hanno confermato gli artisti che avrebbero dovuto partecipare all’edizione 2020, altri invece hanno confermato il concorso di selezione nazionale.

Le linee guida, dettate dall’EBU-UER, lasciano alle varie emittenti pubbliche la possibilità di scegliere gli stessi artisti che avrebbero dovuto partecipare all’edizione 2020, purché partecipino con brani differenti rispetto a quelli in concorso nell’edizione cancellata.

Questi sono ad oggi i 19 artisti che ci saranno sul palco dell’Ahoy Rotterdam a Rotterdam, nei Paesi Bassi, nel 2021:

  • Australia – Montaigne. Scelta interna (Selezione nazionale: Eurovision – Australia Decides – Gold Coast 2020, 8 febbraio 2020), cantante riconfermata il 2 Aprile 2020.
  • Austria – Vincent Bueno (Selezione interna: cantante e brano annunciati il 12 dicembre 2019). Scelta interna, cantante riconfermato il 26 Marzo 2020.
  • Azerbaigian – Efendi (Selezione interna: cantante annunciata il 28 febbraio 2020). Scelta interna, cantante riconfermata il 20 Marzo 2020.
  • Belgio – Hooverphonic (Selezione interna: gruppo annunciato il 1º ottobre 2019). Scelta interna, gruppo riconfermato il 20 Marzo 2020.
  • Bulgaria – VICTORIA (Selezione interna: cantante annunciata il 25 novembre 2019). Scelta interna, cantante riconfermata il  21 Marzo 2020.
  • Repubblica Ceca – Benny Cristo (Selezione nazionale: Eurovision Song CZ 2020, 3 febbraio 2020). Scelta interna, cantante riconfermato il 13 Maggio 2020.
  • Georgia – Tornike Kipiani (Selezione nazionale: საქართველოს ვარსკვლავი • Pop Idol Georgia 2, 31 dicembre 2019 per l’artista). Scelta interna, cantante riconfermato il 21 Marzo 2020.
  • Grecia – Stefania (Selezione interna: cantante annunciata il 3 febbraio 2020). Scelta interna, cantante riconfermata il 18 Marzo 2020.
  • Israele – Eden Alene (Selezione nazionale: HaKokhav HaBa L’Eurovizion 2020 / ישראל באירוויזיון 2020 per l’artista il 4 febbraio 2020). Scelta interna, cantante riconfermata il 22 Marzo 2020.
  • Lettonia – Samanta Tīna (Selezione nazionale: Supernova 2020, 8 febbraio 2020). Scelta interna, cantante riconfermata il 16 Maggio 2020.
  • Malta – Destiny (Selezione nazionale: X Factor Malta 2, 8 febbraio 2020 per l’artista). Scelta interna, cantante riconfermata il 16 Maggio 2020.
  • Moldavia – Natalia Gordienco (Selezione nazionale: O melodie pentru Europa 2020, 29 febbraio 2020). Scelta interna, cantante riconfermata il 16 Luglio 2020.
  • Paesi Bassi – Jeangu Macrooy (Selezione interna: cantante annunciato il 10 gennaio 2020). Scelta interna, cantante riconfermato il 18 Marzo 2020.
  • Romania – ROXEN (Selezione interna: cantante annunciata l’11 febbraio 2020). Scelta interna, cantante riconfermata il 31 Marzo 2020.
  • San Marino – Senhit (Selezione interna: cantante annunciata il 6 marzo 2020). Scelta interna, cantante riconfermata il 16 Maggio 2020.
  • Slovenia – Ana Soklič (Selezione nazionale: Evrovizijska Melodija 2020 – EMA 2020, 22 febbraio 2020). Scelta interna, cantante riconfermata il 16 Maggio 2020. Selezione nazionale per il brano.
  • Spagna – Blas Cantó (Selezione interna: cantante annunciato il 5 ottobre 2019). Scelta interna, cantante riconfermato il 18 Marzo 2020.
  • Svizzera – Gjon’s Tears (Selezione interna: cantante annunciato il 4 marzo 2020). Scelta interna, cantante riconfermata il 20 Marzo 2020.
  • Ucraina – Go_A (Selezione nazionale: Vidbir 2020/Відбір 2020, 22 febbraio 2020). Scelta interna, gruppo riconfermato il 18 Marzo 2020

Altri paesi invece opteranno per unaltro artista per l’Eurovision Song Contest 2021 dopo la cancellazione prematura dell’Eurovision Song Contest 2020 a causa della pandemia di COVID-19: Cipro (selezione interna), Danimarca (DMGP 2021), Estonia (Eesti Laul 2021), Finlandia (UMK 2021), Germania (Selezione interna), Lituania (Pabandom iš naujo! 2021), Norvegia (Norsk MGP 2021), Francia (Eurovision France, c’est vous qui décidez) e Svezia (Melodifestivalen 2021).

Per quanto riguarda l’Italia, Sanremo dovrebbe restare la nostra selezione nazionale, anche se in caso di slittamento a marzo o aprile (ipotesi comunque da considerare) potrebbe arrivare una selezione interna da parte della RAI, che potrebbe dare a Diodato la possibilità di competere per il microfono di cristallo.

Anche se l’Italia non ha ancora confermato la propria partecipazione all’Eurovision Song Contest 2021, ma non dovrebbero esserci sorprese viste anche le dichiarazioni di Claudio Fasulo (Vice Direttore di RAI 1) che, in occasione della conferenza stampa di presentazione di “Eurovision: Europe Shine a Light”, ha affermato: “L’Eurovision Song Contest è un percorso iniziato su RAI 1 nel 2016. In questi anni ha avuto dati in crescita e fa parte di un percorso di RAI 1 per andare verso target alternativi a quelli della rete. L’Eurovision è un tassello in cui la RAI crede molto al fine del ringiovanimento del target e si inserisce nella tematica musicale degli eventi di RAI 1”.

Tuttavia, alcuni paesi non hanno ancora preso nessuna decisione in merito alla loro partecipazione all’ESC 2020, ma sono pronti a confermare presto la presenza o meno: Serbia (ha confermato partecipazione), Armenia, Bielorussia, Islanda, Macedonia del Nord, Regno Unito, Polonia, Russia e l’Italia non dovrebbero esserci dubbi, dopo che l’edizione 2019 è stata un grande successo a livello mediatico, di audience e share televisivo. Inoltre, resta il dubbio dei due paesi che si sono ritirati nell’edizione 2020, l’Ungheria – per concentrarsi sul supportare la scena musicale pop ungherese e il Montenegro – confermando che il budget per la partecipazione alla manifestazione era stato utilizzato per l’acquisto di nuovi autoveicoli per lo staff della RTCG.

Mentre hanno confermato l’assenza l’Andorra, Susanne Georgi, rappresentante del principato all’edizione del 2009, ha annunciato di aver trovato i finanziamenti necessari affinché il paese possa tornare in concorso. Tuttavia, nel giugno 2020 la RTVA ha confermato che il paese non avrebbe preso parte all’edizione del 2021; Monaco e il Lussemburgo, che non hanno intenzione di rientrare nella competizione neanche quest’anno, portando così rispettivamente a 14 e 27 le edizioni consecutive di assenza. RTL Télé Lëtzebuerg ha confermato che il paese non sarebbe tornato a partecipare in questa edizione, affermando di “non volersi concentrare su spettacoli di intrattenimento e musica”, e che “la partecipazione al concorso porterebbe l’emittente in crisi finanziaria”; Slovacchia, assente dal 2013, per gli alti costi di partecipazione e lo scarso interesse del pubblico; Liechtenstein, non debutterà a causa per motivi economici a causa della mancanza di sponsor e per via degli alti costi di partecipazione; Kazakhstan, il paese euroasiatico trasmette da anni l’evento, ma non ne è mai entrato a far parte. L’EBU-UER ha annunciato che il paese non sarebbe stato invitato a partecipare all’edizione 2020, rendendo impossibile il debutto alla manifestazione. Tuttavia  il paese ha poi mostrato interesse per lo Junior Eurovision Song Contest, riuscendo poi ad entrare, tramite invito poiché si tratta di un’emittente associata, nella famiglia degli eventi EBU-UER e partecipando ufficialmente allo Junior Eurovision Song Contest dal 2018; Kosovo ha tentato di partecipare, ma non essendo riconosciuto come vero e proprio stato perché amministrativamente parte di un’altro paese, non hanno mai partecipato. L’EBU-UER ha annunciato che il paese non sarebbe stato invitato a partecipare all’edizione 2020, rendendo impossibile il debutto alla manifestazione; Bosnia ed Erzegovina, Lejla Babović, capo della delegazione bosniaca, ha confermato che il loro obiettivo principale è ritornare in gara, tuttavia la situazione finanziaria dell’emittente (BHRT) e i debiti verso l’EBU-UER sono un ostacolo alla partecipazione del paese balcanico e Turchia, assente dal 2012 per vari motivi, in disaccordo con il metodo di votazione e contro la qualificazione automatica alla Finale dei Big 5 (Francia, Germania, Italia, Spagna e Regno Unito) e criticando la perdita di valori del concorso (la vittoria di Conchita Wurst all’Eurovision Song Contest 2014).

Anche se l’elenco definitivo dei paesi partecipanti all’edizione 2021 dell’ESC sarà possibilmente soggetta a cambiamenti fino al rilascio della lista ufficiale dei partecipanti da parte dell’EBU-UER in programma nel mese di Gennaio 2021. Il termine per i paesi partecipanti per presentare le loro domande di partecipazione preliminare si concluderà entro il 15 settembre 2021. In seguito tutti i paesi partecipanti avranno un periodo di grazia entro il 10 ottobre 2021 per confermare ufficialmente la propria iscrizione o ritirarsi senza pagare la penale, novità introdotta dall’EBU-UER l’edizione 2015. Dopo quella data, non sarà più possibile il ritiro, o meglio, sarà possibile ma pagando una sanzione monetaria. Il sorteggio che determinerà la composizione delle Semifinali (in quale metà delle due Semifinali si esibiranno i Paesi sorteggiati) e la Semi-Finale in cui avrà diritto di voto i Paesi già qualificati alla Finale (Big Five + Paesi Bassi), si svolgerà a fine gennaio.

Nei prossimi mesi saranno rilasciati dalle rispettive emittenti pubbliche che parteciperanno all’edizione 2021 dell’ESC, ulteriori dettagli sui metodi, meccanismi e i format che verranno utilizzati per selezionare i loro rispettivi brani / concorrenti (una selezione interna o un programma televisivo aperto a tutto il pubblico), e verrà data anche risposta a molte le domande que girano intorno alla prossima edizione della kermesse: torneranno in gara qualche paese assente? Sarà escluso qualche paese? Parteciperà finalmente Bosnia ed Erzegovina? Il Festival dell’ESC 2021: si farà oppure no? Per il momento sembrerebbe essere tutto confermato, tuttavia il fatto che il numero di contagi sia in continuo aumento è qualcosa che spaventa non soltanto all’EBU-UER, ma anche e soprattutto agli eurofan che hanno una grande paura: quella di non poter avere l’opportunità di vedere la manifestazione di nuovo a causa del perdurare dell’emergenza sanitaria dovuta al Coronavirus che non consente il normale svolgimento degli eventi di grande portata.

Sarà superato il record assoluto di 43 Paesi partecipanti che detiene l’edizione 53 dell’ESC tenutasi in Serbia, presso il Beogradska Arena di Belgrado il 20, 22 e 24 maggio 2016?, quindi rimanete sintonizzati con noi per ulteriori aggornamenti ed informazioni. E per tutti i fan dell’Eurovision di tutto il mondo – Happy Eurovisioning!

#rotterdam2021 #esc2021 #eurovision2021 #eurovisionsongcontest2021