Sanremo 2021: Sono partiti i pronostici per i bookmakers con le quote su chi vince Sanremo 2021

Nemmeno è iniziato il Festival che già si scommette sul vincitore. Per i bookmakers il duo Fedez e Francesca Michielin, è il candidato numero uno alla vittoria del Festival. Buone anche le quotazioni di Måneskin e Annalisa.

A pochi giorni dall’ufficializzazione del cast dei 26 Big in gara al Festival di Sanremo 2021, in programma dal 2 al 6 marzo, e soprattutto di ascoltare le canzoni scelte dal conduttore e direttore artistico Amadeus (il tradizionale ascolto per la stampa, che negli scorsi anni si teneva a gennaio nella sede Rai di Milano è stato posticipato a febbraio – restano da capire le modalità di svolgimento, causa pandemia), che sono già partite le scommesse sul vincitore. I bookmakers hanno dato ufficialmente il via ai pronostici, fissando le quote legate all’eventuale vittoria dei vari big in gara. In testa il duo composto da Fedez e Francesca Michielin: il 30enne rapper milanese e la 25enne cantautrice veneta all’Ariston canteranno “Chiamami per nome”, con lo zampino di Mahmood (che compare tra gli autori assieme agli stessi Fedez, Michielin e Davide Simonetta e Alessandro Raina). Buone anche le quotazioni di Måneskin e Annalisa.

Snai quota la possibile vittoria di Fedez e Francesca Michielin a 4, Eurobet a 3.50 e Bbet a 5. La band romana lanciata da “X Factor” nel 2017 segue il duo di “Magnifico”: la vittoria dei Maneskin, in gara con “Zitti e buoni”, è pagata 5,50 volte la somma puntata da Snai, 6 da Eurobet e 8 da Bbet. Ha buone chance di vincere anche Annalisa, che all’Ariston farà ascoltare “Dieci”: il suo trionfo è quotato a 8 da Snai e da Eurobet e a 10 da Bbet.

Snai quota a 8 l’eventuale vittoria di Irama (in gara con “La genesi del tuo colore”), a 10 quelle di Arisa (“Potevi fare di più” è il titolo della canzone che presenterà all’Ariston) e di Ermal Meta (“Un milione di cose da dirti”), a 12 quelle di Noemi (“Glicine”), Malika Ayane (“Ti piaci così”), Gaia (“Cuore armato”), Aiello (“Ora”), Lo Stato Sociale (“Combat pop”), Fulminacci (“Santa Marinella”), a 15 quelle di Francesco Renga (“Quando trovo te”), Max Gazzè (“Il farmacista”), Fasma (“Parlami”), Gio Evan (“Arnica”), Random (“Torno a te”), a 25 quelle di Willie Peyote “Mai dire mai”), Extraliscio e Davide Toffolo (“Bianca luce nera”), Madame (“Voce”), a 33 quelle di Coma Cose (“Fiamme negli occhi”), La Rappresentante di Lista (“Amare”), Colapesce-Dimartino (“Musica leggerissima”). Fanalino di coda Ghemon (“Momento perfetto”), Bugo (“E invece sì”) e Orietta Berti (“Quando ti sei innamorato”), le cui possibili vittorie sono quotate a 50.

Eurobet quota a 8 l’eventuale vittoria di Aiello e di Annalisa, a 9 quella di Arisa, a 11 quelle di Ermal Meta, Irama e Noemi, a 13 quelle di Fulminacci, Gio Evan, Lo Stato Sociale e Random, a 15 quelle di Gaia, Malika Ayane e Max Gazzè, a 16 quella di Willie Peyote, a 21 quelle di Fasma e Francesco Renga, a 26 quella di Colapesce e Dimartino, a 31 quelle di Extraliscio e Davide Toffolo, La Rappresentante di Lista e Madame, a 36 quella dei Comacose e a 41 quella di Ghemon. Poco probabili, secondo l’agenzia, le vittorie di Bugo e Orietta Berti, entrambe quotate a 51.

Bbet quota a 5 la vittoria di Irama, a 8 quella di Gaia, a 10 quelle di Arisa e Ermal Meta, a 15 quelle di Aiello, Noemi, Lo Stato Sociale, Max Gazzè e Francesco Renga, a 20 quelle di Fulminacci e Malika Ayane, a 25 quelle di Willie Peyote, Colapesce e Dimartino, Madame e Bugo, a 30 quelle di Gio Evan, Random, Fasma e Coma Cose, a 40 quella di Ghemon, a 50 quella de La Rappresentante di Lista, a 75 quelle di Orietta Berti e degli Extraliscio con Toffolo.

Aggiornamento: Inoltre, come gestire il pubblico al prossimo Festival di Sanremo? Tamponando 400 persone per poi parcheggiarle sulla nave Smeralda della Costa Crociere fino al 2 marzo data di inizio della kermesse. Allo scattare dell’ora X, grazie ai tender, gli ospiti sbarcheranno al porto e da lì, Resterà operativo il Palafiori, che ospiterà addetti ai lavori, discografici, la Sala stampa, il presidio delle radio e i programmi del daytime in collegamento da Sanremo. Alcuni programmi della Rai avranno come location il Casinò oppure il palco di piazza Colombo, da dove partirà il lungo red carpet fino all’Ariston. Restano ancora dubbi sul se e come realizzare il  Dopofestival. È questa l’indiscrezione anticipata da Dagospia sulle manovre del prossimo Festival di Sanremo. L’idea sarebbe in capo ad Antonio Marano, presidente della concessionaria Rai Pubblicità. Presidente in uscita perché dal primo gennaio Marano sarà ufficialmente fuori dalla Rai e ha già accettato di entrare nella Fondazione Milano-Cortina per le Olimpiadi del 2026. Intanto Enzo Mazza, ceo di Fimi, rispondendo a un tweet legato all’articolo, ha scritto: “Chiaramente una bufala. Anni fa progettammo di portare i discografici su una nave per evitare i costi assurdi degli alberghi ma il porto di Sanremo non ha abbastanza pescaggio”. 

Come ultimo regalo Antonio Marano vuole dare al Festival il suo tradizionale pubblico perché assistere alle esibizioni con la platea dell’Ariston deserta non farebbe che aggiungere depressione a un’Italia già psicologicamente allo sbando. “Per riempire il teatro è necessario scavallare i Dpcm del governo, con cui è stata disposta la chiusura dei teatri e vietato ogni assembramento — scrive Dagospia —. Come? Creando una “bolla”, simile a quelle già realizzate negli Stati uniti per permettere la conclusione del campionato Nba. In questo caso, si dovrebbero portare — previo tampone — 400 persone sulla “Smeralda”, una nave di Costa Crociere varata da poco (a cui si aggiungerebbe tutto il personale dell’equipaggio). L’idea è tenere recluse e protette centinaia di persone fino al 2 marzo, data di inizio del Festival”.