ESC 2018 – Russia: Riconfermata Yulia Samoylova a Lisbona

julia-samoylova-2018

L’emittente pubblica russa Channel One (Первый канал)  ha confermato che Yulia Samoylova  rappresenterà la Russia alla 63ª edizione dell’Eurovision Song Contest (Eurovisión 2018) che si terrà per la prima volta in assoluto in Portogallo, presso la MEO Arena (rinominata con il nome di ‘Altice Arena’) della città di Lisbona l’8, il 10 e il 12 maggio del prossimo anno, grazie alla vittoria di Salvador Sobral con “Amar pelos dois” (Loving for both of us).

La cantante era già stata scelta lo scorso anno ma, a causa del conflitto fra Russia e Ucraina, non ha potuto varcare il confine e recarsi a Kiev per l’evento canoro con il conseguente ritiro del paese.

Ed ecco la promessa da parte di uno dei broadcaster nazionali che avrebbe rappresentato il proprio paese l’anno dopo (due televisioni russe affiliate all’EBU/UER che si occupano di selezionare ad anni alternati il rappresentante per il paese, la RTR e Channel One), una specie di premio di consolazione. Ma finora la cosa non era mai stata ufficializzata, e nemmeno accennata, da Channel One. Solamenta Yulia aveva anticipato la notizia tramite i social ma senza averne un riscontro.

La cantante e il suo team sono già al lavoro per decidere tutti i minimi particolari riguardanti la sua esibizione sul palco dell’Altice Arena nella capitale lusitana. La canzone verrà presentata nelle prossime settimane.

Yulia Samoylova / Юлия Самойлова è il decimo concorrente in gara all’edizione 2018 dell’Eurovision Song Contest, dopo SENNEK (Laura Groeseneken) per il Belgio, Saaro Aalto per la Finlandia, AISEL (Aysel Mammadova, Aysel Məmmədova) per l’Azerbaigian, Waylon (Willem Bijkerk) per i Paesi Bassi, Cesár Sampson con “Nobody but You” per l’Austria, Jessica Mauboy per l’Australia, Eugent Bushpepa con “Mall” (Yearning) per l’Albania, L’Ethno Jazz Band IRIAO (ეთნო ჯაზ-ბენდი “ირიაო”) per la Georgia e Madame Monsieur  con “Mercy” per la Francia. Finora, due canzoni (e tre titoli delle canzoni) sono stati svelati nel novero di quelle che parteciperanno all’Eurovision Song Contest 2018.

Yulia (Yulia Samoylova, Юлия Самойлова) è nata nel 1989 nella città di Uchta / Ухта, nella Repubblica dei Komi. Fin da bambina, ha partecipato a vari concorsi, sia a livello locale che internazionale. Nel 2008 ha fondato il gruppo metal TeeraNova con cui ha registrato alcuni brani e si è esibita per due anni a livello locale. Nel 2013 ha partecipato alla edizione numero tre di Faktor A (Фактор А), la versione russa del talent The X Factor, classificandosi al secondo posto, stupendo tutti, tra l’altro, con una cover di “Molitva”. Successivamente ha pubblicato i singoli “Light” e “New Day”. All’età di 13 anni le è stata diagnosticata l’amiotrofia spinale di Werdnig-Hoffmann, che le ha fatto perdere l’uso delle gambe. Nel 2014 si è esibita nella cerimonia di apertura dei Giochi Paralimpici Invernali nel 2014 di Sochi, cantando l’inno “If you need a friend”.  

Si tratta della seconda cantante in sedia a rotelle dopo la polacca Monika Kuszyńska, che centrò la finale nel 2015. La canzone è una produzione greca. Una storia, quella di Yulia Samoilova che evidentemente ruota attorno allo slogan di questa edizione, ovvero “Celebrate diversity”.

La televisione di Stato russa non ha trasmesso l’Eurovision Song Contest l’anno scorso svoltosi a Kiev – in risposta alla decisione delle autorità ucraine di non permettere alla cantante russa Yulia Samoylova di entrare nel paese. Kiev aveva vietato l’ingresso alla popstar disabile, dopo aver saputo che la giovane si era esibita nel 2015 in Crimea, violando le disposizione che proibiscono agli stranieri di recarsi senza autorizzazione nella penisola che la Russia si è annessa tre anni fa. 

Channel One ha mantenuto per il 2018 il diritto di rotazione che già aveva nel 2017 e ha dichiarato fin dall’inizio che la Samoylova sarebbe stata l’artista prescelta per Lisbona, conferma che è avvenuta appunto oggi.

La partecipazione della Samoylova potrebbe nuovamente creare problemi all’Ucraina, perché secondo la legge del Paese i contenuti riguardanti la Samoylova non possono essere trasmessi a causa di un’altra legge, con la quale viene bandito ogni contenuto legato a persone sgradite nel Paese.

Per il momento, in attesa di possibili (e a questo punto probabili) sviluppi, resta il fatto che Julia Samoylova si esibirà nella Seconda Semi-Finale, in programma il 10 maggio alle ore 21, che sarà trasmessa da Rai4 e nella quale l’Italia usufruirà del diritto di voto.