ESC 2020 – Svizzera: SSR conferma la partecipazione all’Eurovision Song Contest 2020

SRG SSR

L’emittente pubblica svizzera  SRG SSR, composta dall’emittenti regionali  RSI, (di lingua italiana), RTR (di lingua romancia), RTS (di lingua francese) e SRF (di lingua tedesca) ha confermato che parteciperanno alla 65ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2020, che si terrà nei Paesi Bassi, per la quinta volta dopo le edizioni del 1958, 1970, 1976 e 1980), in seguito alla vittoria di Duncan Laurence nell’edizione precedente, tenutasi a Tel Aviv con il brano “Arcade”, ed invita gli artisti a presentare le loro canzoni per selezionare la canzone svizzera e l’artista per l’edizione 2020 dell’Eurovision Song Contest che si svolgerà nei Paesi Bassi.Proprio come per la selezione interna dello scorso anno, ci sarà una giuria composta da 100 membri ed una giuria internazionale di 20 esperti che avranno il compito di selezionare la canzone vincitrice e l’artista per la rappresentanza Svizzera nei Paesi Bassi.

Tra il 2 settembre 2019 alle ore 12.00 e il 16 settembre 2019 alle ore 12.00, musicisti, artisti i compositori in possesso della cittadinanza svizzera o di un domicilio in Svizzera (anche se la cittadinanza non è determinante e non esclude nessuno dalla possibilità di presentare una canzone) sono invitati ad inviare le proprie canzoni e, come è avvenuto lo scorso anno, queste non saranno rese disponibili al pubblico.

Gli interpreti devono avere un’età minima di 16 anni (data di riferimento: 01.05.2020), devono cantare in diretta e non possono candidarsi per rappresentare più di un Paese all’Eurovision Song Contest.

Il brano può essere interpretato da uno o più cantanti/musicisti. I partecipanti ammessi sul palco sono al massimo sei (ballerini, musicisti e coristi compresi). Alla SSR compete l’esclusivo diritto decisionale sulla messa in scena. La messa in scena comprende, tra le altre cose, l’abbigliamento, la coreografia, la scenografia, le luci e l’illuminazione LED.

La SSR ricerca canzoni moderne, all’altezza delle esigenze internazionali, il testo deve avere un messaggio forte, chiaro e comprensibile.

L’Eurovision Song Contest punta tra l’altro ad affrontare tematiche che fanno presa sui sentimenti degli spettatori e dei giudici. Incoraggiamo pertanto i compositori e gli autori a presentare anche canzoni che toccano temi d’attualità o che grazie ai loro contenuti sono in grado di suscitare una reazione emotiva o un sentimento di identificazione negli spettatori dell’Eurovision Song Contest.

Tuttavia la canzone non può oltrepassare i tre minuti, non può essere stata diffusa (interamente o parzialmente) prima del 1° settembre 2019 (radio, tv, Internet, esibizioni in pubblico, supporti sonori ecc.), i testi delle canzoni possono essere in qualsiasi lingua, sono vietati i contenuti politici, razzisti o che incitano alla violenza, non sono ammesse versioni strumentali ed ogni titolo deve contenere passaggi cantati o parlati ed é anche possibile presentare brani per i quali non sia ancora stato definito l’interprete, in questo caso la canzone deve obbligatoriamente contenere una voce esemplificativa. La SSR non divulgherà le canzoni che non si saranno qualificate. 

La canzone e l’artista vincitori saranno selezionati entro la fine 2019 da un panel di 100 spettatori e di una giuria internazionale di 20 esperti, e saranno annunciati da SRG SSR  (SRF, RTS, RSI e RTR) in un secondo momento.

I dettagli sulle condizioni di registrazione ed il processo di selezione si possono trovare sul sito SRF.ch. Per maggiori informazioni, scopri il Regolamento nazionale di Eurovision Song Contest 2020:

La Svizzera è il paese in cui l’Eurovision Song Contest è nato. Da allora ha vinto due edizioni: nel 1956 con Lys Assia che ha cantato “Refrain” e nel 1988 con la canadese Céline Dion. È una delle nazioni con il maggior numero di partecipazioni in assoluto (60 – sono 4 le edizioni a cui non ha partecipato) a causa degli scarsi risultati nelle edizioni precedenti. Infatti a partire dal 2004, la Svizzera non riuscì a qualificarsi per la Finale, con 3 ultimi posti (uno con nul point nel 2004), e sono 5 le edizioni in cui si è qualificata (2005, 2006, 2011, 2014 e nel 2019).

Nel 2019 Luca Hänni ha rappresentato la Svizzera all’Eurovision Song Contest 2019 con il brano “She Got Me”, che dopo essersi qualificato dalla seconda semifinale del 16 maggio, si è esibito per ventiquattresimo nella finale del 18 maggio successivo. Qui si è classificato 4º su 26 partecipanti con 364 punti totalizzati, di cui 212 dal televoto e 152 dalle giurie. Ha vinto il voto del pubblico austriaco.